menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pirp San Marcello, il cantiere va avanti: "Rotatoria quasi ok. Sbloccate nuove case popolari"

Il punto della situazione nell'area del quartiere San Pasquale interessata da opere per complessivi 22 milioni: il rondò su via Fanelli verrà ultimato a dicembre, in arrivo un altro su via Omodeo. Da lunedì ripartono i lavori per le palazzine Erp, sospesi da mesi

La pioggerellina autunnale rallenta il traffico attorno al cantiere: verso dicembre, quando al posto dei semafori e dell'incrocio tra via Re David e via Di Vittorio vi sarà una rotatoria, la situazione sarà decisamente cambiata in meglio. Gli operai, infatti, stanno lavorando, senza sosta, per consegnare il primo tangibile risultato del Pirp di San Marcello, progetto da complessivi 22 milioni di euro cofinanziati da Comune di Bari e Regione Puglia per riqualificare la grande area attorno alla chiesa, nel quartiere San Pasquale. Sul fronte della viabilità, dopo il completamento del primo rondò, ve ne sarà un altro in corrispondenza di via Omodeo, all'altezza dell'ex Hotel Ambasciatori, che consentirà l'eliminazione di una vera e propria selva di semafori, di realizzazione più semplice rispetto a quello nelle vicinanze della parrocchia, per il quale è stato necessario intervenire per risagomare le aiuole con numerose piante, tra cui alcune palme.

Il Pirp prevede numerosi interventi di edilizia privata e pubblica: nel primo caso è a buon punto la realizzazione di un edificio a due passi dall'ex grande albergo, mentre è ferma da mesi la costruzione di 8 alloggi Erp a ridosso del Politecnico: "Vi è stato - spiega l'assessore cittadino all'Urbanistica, Carla Tedesco - un problema di interferenze con le reti tecnologiche, elettriche, gas e idriche. Gli ostacoli sono stati però superati e la prossima settimana si procederà al ripristino dei cantieri. Crediamo saranno completati in 6-8 mesi"

Nello schema del Pirp saranno previsti anche la sede del nuovo Municipio II, il recupero dell'ex villaggio Re David con verde e campi sportivi, altri appartamenti su via Fanelli e la riqualificazione delle palazzine dello Iacp ma anche il restauro e l'apertura al pubblico di Villa Giustiniani, per la quale il Comune ha già provveduto al suo acquisto, nei mesi scorsi: "Porteremo avanti - aggiunge Tedesco - un percorso partecipato e di condivisione con cittadini e associazioni in collaborazione con il Politecnico, per laboratori su come portare avanti il progetto".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Vendita e Affitto

Attico di lusso nel cuore di Bari: un sogno a due passi dal mare dove il fascino dell'antico si sposa all'eleganza del moderno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento