menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuova pista ciclabile 'light' sul lungomare di San Cataldo, al via i lavori: "Rivoluzione viabilità e parcheggi"

Il cantiere, avviato all’altezza dell’incrocio tra lungomare Starita e via Adriatico, interesserà l’intero tratto di lungomare che costeggia la penisola. Nuovi posti auto saranno realizzati a spina di pesce sul lato opposto al mare e in linea sull'altro

Hanno preso il via questa mattina gli interventi per la realizzazione della pista ciclabile “light” (disegnata sull’asfalto attraverso la segnaletica orizzontale) che connetterà il lungomare Vittorio Veneto con quello di San Girolamo. Il cantiere, avviato all’altezza dell’incrocio tra lungomare Starita e via Adriatico, interesserà l’intero tratto di lungomare che costeggia la penisola di San Cataldo. In queste ore gli operai stanno rifacendo l'asfalto con il posizionamento della nuova segnaletica verticale. Successivamente sarà realizzata anche la nuova segnaletica orizzontale. 

La ciclabile sarà composta da due corsie monodirezionali protette dai parcheggi delle automobili, sul modello di quanto realizzato su corso Vittorio Emanuele, nei due tratti di estremità compresi tra via Tripoli e via Adriatico. Nel restante tratto stradale compreso tra i due incroci del lungomare con via Tripoli verrà istituita una zona 10 km/h, la pista ciclabile diventerà bidirezionale e sul lato mare e, infine, sarà ampliato lo spazio pedonale in adiacenza del marciapiede attraverso il posizionamento di arredi utili alla sosta e al movimento fisico per il benessere personale e la collocazione di fioriere a protezione degli spazi di sosta.

I nuovi posti auto saranno realizzati a spina di pesce sul lato opposto al mare e in linea sul lato mare nei due tratti di strada compresi tra via Adriatico e via Tripoli. Inoltre, su tutta la penisola di San Cataldo sarà istituita la zona 30 km/h e, anche in questo caso, saranno disegnati i nuovi posti auto, attraverso l’esecuzione di una nuova segnaletica orizzontale che individuerà con esattezza le zone in cui è possibile parcheggiare, facilitando le operazioni di controllo da parte della Polizia locale.

“Il quartiere San Cataldo si appresta a vivere una vera e propria rivoluzione in termini di vivibilità e offerta di servizi - ha dichiarato l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso -. Da sempre considerato come quartiere incompiuto al margine di quello fieristico, sarà finalmente interessato da una riqualificazione immediata e temporanea, attraverso il programma Open Space, cui seguirà quella definitiva, che si compirà grazie alla rigenerazione prevista dal progetto a firma dell’architetto Saito, che prevede finanche la realizzazione del Parco del Faro" conclude Galasso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento