menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

San Pasquale, al via i lavori per la nuova pista ciclabile: "Campus raggiungibile con le bici"

Gli interventi - della durata di sei mesi - sono partiti ieri, mentre oggi l'assessore Galasso ha effettuato un sopralluogo in zona

Una pista ciclabile a San Pasquale che collega - per un tratto di 840 metri - l'area del Politecnico e del Campus con le corsie riservate ai ciclisti in viale della Repubblica e di parco 2 Giugno. Il piano di interventi, al costo di 300mila euro, è partito ieri e vedrà entro sei mesi la realizzazione dell'opera su viale Giuseppe Di Vittorio (nello spartitraffico centrale), via Re David e via Guido De Ruggiero.
 
GLI INTERVENTI - Il percorso si svilupperà per 230 metri su via De Ruggiero, per 280 metri su viale Di Vittorio e per 330 metri su via Re David. Nello specifico su viale Di Vittorio la pista si svilupperà in modo monodirezionale lungo lo spartitraffico prima e marciapiede-aiuola poi, dall’incrocio con viale della Resistenza fino a via Re David. Lì incontrerà l’anello ciclabile della rotatoria di largo Don Franco Ricci - recentemente completato -, dove scenderà a quota stradale come pure sull’attraversamento di viale della Resistenza.

Su via Re David, invece, la pista ciclabile sarà bidirezionale e realizzata con un tratto di allargamento del marciapiede - percorribile sia dai pedoni sia dai ciclisti - che non avrà mai lunghezza inferiore ai tre metri. A differenza della via precedente, qui saranno conservati circa 40 posti d’auto in linea - sul lato della recinzione del Politecnico - a garanzia di una capacità di parcheggio non diversa da quella attuale. L’allargamento del marciapiede, indispensabile per ricavare gli spazi necessari ad ospitare la nuova pista ciclabile, verrà conseguito grazie a una regolarizzazione dell’attuale piano viabile, attualmente sovradimensionato rispetto alle effettive necessità di scorrimento. "In particolare, la sede stradale sarà mantenuta della larghezza di 7 metri (2 corsie da 3,5 metri per consentire il transito degli autobus) - spiegano dal Comune -, a cui si aggiungono ulteriori 2 metri di larghezza per le zone di parcheggio, con posti auto disposti in linea".

Su via De Ruggiero invece la pista ciclabile, in continuità di quella di via Re David, sarà collocata sul lato sinistro di marcia e sarà bidirezionale, con un cordolo di circa 60 centimetri a separare le due corsie. La pista si svilupperà su due isolati: il primo compreso tra via Re David e via Zanardelli e il secondo tra via Zanardelli e viale della Repubblica. Saranno previsti alcune modifiche agli spazi di sosta: nel primo tratto da “a pettine” passeranno in linea, mentre nell’ultimo isolato saranno eliminati solo sul lato sinistro. Il tracciato terminerà all’intersezione con viale della Repubblica per innestarsi sulla pista ciclabile esistente.
 
 “È un percorso importante - ha dichiarato l’assessore ai lavori pubblici Giuseppe Galasso, che stamattina ha effettuato un sopralluogo sul cantiere - che consentirà di connettere uno dei principali poli attrattori di utenza ciclistica, quella composta dagli studenti universitari del Politecnico e del Campus, con la rete ciclabile già esistente e, in particolare, con la pista di viale Della Repubblica e parco 2 Giugno. Un ulteriore collegamento con altri tratti di pista ciclabile sarà realizzato con l’attuazione completa del Pirp di San Marcello, che nello specifico prevede l’esecuzione di un nuovo percorso che da piazzale Locchi si snoderà lungo via Omodeo".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Vendita e Affitto

Attico di lusso nel cuore di Bari: un sogno a due passi dal mare dove il fascino dell'antico si sposa all'eleganza del moderno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento