Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Pizzarello e scarcella con gli emigranti molfettesi

Don Giuseppe de Candia, presidente dei Migrantes ha raccontato aneddoti, episodi di vita vissuta che testimoniano il legame degli emigrati con Molfetta e la Madonna dei Martiri nel Mondo

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Lo scambio di auguri in occasione dell' imminente Santa Pasqua, è stato il motivo di un caloroso ed emozionante incontro fra soci ed emigrati tenutosi presso la sede dell' Associazione Molfettesi nel Mondo, situata in via Ricasoli.

Ad accogliere gli ospiti tutto il direttivo del sodalizio formato dal presidente Marco Vito de Virgilio, dal vice presidente Luigi Angione, dal direttivo e tutti i soci che, come ogni anno si ritrovano il venerdì santo per scambiarsi gli auguri e consumare insieme in allegria due cibi che caratterizzano la Pasqua a Molfetta: il pizzarello ( panino imbottito di tonno e capperi e tanto olio) e il tipico dolce pasquale la scarcella, pasta di mandorle, ripiena di marmellata, tutti prodotti fatti in "casa".

Molto curata anche la tavola allestita con questi pizzarelli decorati con rametti di ulivo e le scarcelle a forma di cuore e colomba.

A ritrovarsi presso la sede del sodalizio anche gli illustri ospiti provenienti dai vari continenti; erano infatti presenti il presidente dell' Hoboken Italian Festival Antonio Albanese, il vice presidente che si occupa dell' organizzazione della festa della Madonna dei Martiri in Hoboken nel New Jersey Danny Altilio, in uno stato che conta tantissimi molfettesi.

Alla festa sono intervenuti anche le ultime generazioni degli emigranti, che hanno comunque un profondo, anche se diverso legame con la nostra Molfetta.

A rallegrare la serata ci ha pensato il decano del teatro molfettese, Felice Altomare che ha raccontato una simpatica storia di emigrazione condita da tanta ironia.

Preoccupazione invece è stata espressa dal presidente de Virgilio per una possibile chiusura dell' Associazione per problemi organizzativi e finanziari. Ma a riportare il buon umore ci ha pensato don Giuseppe de Candia, presidente dei Migrantes che ha raccontato aneddoti, episodi di vita vissuta che testimoniano il legame degli emigrati con Molfetta e la Madonna dei Martiri.

A conclusione non poteva mancare un brindisi augurale di buon auspicio.

"Welcome to Molfetta"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pizzarello e scarcella con gli emigranti molfettesi

BariToday è in caricamento