"Pochi finanziamenti per la scuola", gli studenti appendono striscioni di protesta negli istituti

Tra gli istituti coinvolti ci sono il Fermi, il Giulio Cesare, il Romanazzi, il Majorana e il Salvemini. Al centro delle proteste anche il servizio di trasporto pubblico

"Autobus strapieni e mezzi inefficienti. Mo avast!". In mattinata diversi striscioni con messaggi di protesta sono apparsi in alcuni degli istituti di Bari e provincia. Tra le strutture coinvolte ci sono il Fermi, il Giulio Cesare, il Romanazzi, il Majorana e il Salvemini, dove i ragazzi dell'Unione degli studenti hanno voluto lanciare un messaggio di protesta per gli scarsi finanziamenti dedicati al settore scolastico. Al centro delle critiche non solo il costo dei libri e le condizioni degli istituti nel Barese, ma anche il sistema di trasporto pubblico, a loro dire ormai inadeguato ai bisogni degli studenti.

“A seguito di una capillare mappatura - ha spiegato il coordinatore di Uds Bari Davide Lavermicocca - delle problematiche relative ad edilizia scolastica e rete di trasporto pubblico, in tutte le scuole della città, il quadro che ne è emerso fa paura. Circa una scuola cinque necessita di interventi di manutenzione urgente, il 70% degli Istituti scolastici hanno problemi più o meno gravi relativi alla struttura. Inoltre gli autobus sono quasi sempre sovraffolati, molte linee arrivano costantemente in ritardo e non permettono agli studenti di arrivare in orario a scuola o tornare in tempi celeri a casa”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli studenti ora chiedono un piano di investimenti adeguato per l'edilizia scolastica, per il miglioramento del servizio di trasporto pubblico e per estendere il servizio di comodato d’uso gratuito dei libri di testo. Tutti temi che affronteranno con il sindaco di Bari Antonio Decaro, l’assessore alle Politiche educative Paola Romano e il consigliere metropolitano delegato all’Edilizia scolastica Vito Lacoppola il prossimo 17 febbraio, quando si terrà la seconda seduta del tavolo tecnico permanente in materia di diritto allo studio. Nelle scorse settimane, comunque, la Città metropolitana aveva già annunciato un piano di interventi per risolvere le emergenze in alcuni degli istituti baresi.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Bari usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparse da ieri a Bari: ritrovate le due ragazzine di 15 anni

  • Piccioni su balconi e grondaie: i sistemi per allontanarli da casa

  • Uccide fidanzato della ex, accoltella la ragazza e il padre della vittima. arrestato 26enne a Bitetto

  • Pestato brutalmente per strada, morto dopo due giorni di agonia in ospedale. arrestato pregiudicato al San Paolo

  • Operatrice positiva al Covid, chiude asilo nido a Bari

  • A Bari vecchia 38 positivi al Covid e Decaro mette in guardia i residenti: "A breve confronto con i gestori dei locali"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento