rotate-mobile
Cronaca Modugno

"Adescava bambine su Facebook": a processo 38enne modugnese

L'uomo, in carcere da dicembre 2015, è accusato di aver creato falsi profili sul social network inviando foto porno a ragazzine tra 10 e i 14 anni. Il procedimento comincerà a marzo 2017

Avrebbe adescato 8 bambine contattandole con profili falsi su Facebook, postando loro video in cui di denudava ed effettuava atti di autoerotismo: si è svolta, questa mattina, al Tribunale di Bari, l'udienza preliminare nei confronti di Michele Lambrese, 38enne di Modugno, accusato di corruzione di minorenne, pornografia minorile e adescamento di minori. L'uomo è in carcere dal 10 dicembre 2015. L'imputato, in aula, ha chiesto il rito abbreviato: il processo inizierà il 10 marzo 2017 dinanzi al gup del Tribunale di Bari, Rosa Anna Depalo. L'inchiesta della Polizia Postale, coordinata dalla pm Simona Filoni, l'uomo avrebbe inviato alle vittime, di età compresa tra i 10 e i 14 anni, diversi filmati che lo mostravano, senza far vedere il volto, disteso in una camera da letto mentre si masturbava. I fatti contestati fanno riferimento al periodo marzo-settembre 2015. L'uomo, in chat, si sarebbe presentato come Checco, un 16 anni e mezzo, convincendo una adolescente ad inviare sue foto intime. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Adescava bambine su Facebook": a processo 38enne modugnese

BariToday è in caricamento