menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nel Policlinico una stazione dei carabinieri: "Più sicurezza per operatori e pazienti"

Il prossimo 10 maggio l'avvio dei lavori di adeguamento di uno stabile che ospiterà il presidio di Bari-Picone, attualmente ubicato in un'altra sede: "Sarà la prima stazione dell'Arma presente in un ospedale pubblico"

Sarà come sempre al servizio di tutto il municipio cittadino di competenza, ma allo stesso tempo la sua presenza all'interno del presidio ospedaliero servirà a garantire più sicurezza ad operatori e pazienti e a scoraggiare atti di criminalità. Prenderanno il via il prossimo 10 maggio i lavori per  la realizzazione, all'interno del Policlinico, della stazione dei carabinieri di Bari-Picone. Il presidio dell'Arma, attualmente operativo presso un'altra sede, sarà ospitato all'interno di uno stabile già esistente nell'area del presidio ospedaliero. La realizzazione della stazione è il frutto di un iter procedurale avviato e concluso dal Ministero dell’Interno e dal Comando Generale dei Carabinieri attraverso la Prefettura del capoluogo pugliese e il Comando Provinciale Carabinieri di Bari.  "Sarà la prima stazione dell’Arma ad essere presente in un ospedale pubblico", sottolinea una nota del Policlinico.

Il 10 maggio l'apertura del cantiere

Alla cerimonia per l'avvio dei lavori, il 10 maggio, prenderanno parte, tra gli altri, il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, il sindaco di Bari Antonio Decaro, il prefetto di Bari Marilisa Magno, il magnifico rettore dell’Università “Aldo Moro” Antonio Felice Uricchio, il prorettore dell’Università “Aldo Moro” Angelo Vacca, il comandante della Legione Carabinieri “Puglia”, Gen. B. Giovanni Cataldo,  il presidente della Scuola di Medicina dell’Università degli Studi di Bari Loreto Gesualdo,  le direttrici amministrativa e
sanitaria del Policlinico Tiziana Di Matteo e Matilde Carlucci e il direttore generale degli Ospedali Riuniti di Foggia e già direttore generale della struttura ospedaliera barese Vitangelo Dattoli. Quest’ultimo condivise, con il comandante provinciale Carabinieri di Bari Col. Vincenzo Molinese, l’idea iniziale di stanziare nel Policlinico il presidio dell’Arma.

Il progetto e gli obiettivi

Il progetto - adottato, spiegano dal Policlinico, anche per dare una risposta forte, immediata e concreta alle preoccupazioni sulla sicurezza del personale medico e dei pazienti e per scoraggiare gli atti di violenza giovandosi di una capacità d’intervento più rapido e diretto dei Carabinieri - rientra in un più ampio piano del comando provinciale Carabinieri di Bari volto a razionalizzare la sua presenza in città, adeguando le risorse e le competenze dei suoi presidi alle necessità del territorio e dei baresi, nell’ottica di accrescere il rapporto di fidelizzazione tra il cittadino e il carabiniere, facendo coincidere le aree di responsabilità delle Stazioni dell’Arma con le diverse municipalità. Un principio basilare per garantire maggiore sicurezza. L’auspicio è quello di attivare una forte collaborazione tra cittadini e forze dell’ordine, nel comune obiettivo di prevenire e reprimere atti di violenza di ogni genere di criminalità.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento