menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Batteri fecali 12 volte superiori ai limiti", liquami sversati in Lama Monachile: sequestrato il 'cubo' di Polignano

La Procura di Bari ha apposto i sigilli alla struttura nel luogo simbolo della cittadina barese: denunciate due persone. Un primo provvedimento era già scattato a febbraio scorso

Sigilli, ancora una volta, al 'cubo' di Lama Monachile a Polignano: la Procura di Bari ha infatti disposto il sequestro della struttura realizzata dal Comune nell'ambito di lavori di adeguamento della fogna bianca e della realizzazione di un recapito finale delle acque pluviali. Due persone sono state denunciate per diverse violazioni ambientali.  Il 'cubo' era stato già sequestrato a febbraio scorso "per mancanza di autorizzazioni" e dissequestrata a settembre dopo l'acquisizione dei via libera 'in sanatoria' da parte dell'amministrazione cittadina.

"Fogna nera sversata illecitamente"

Sopralluoghi della Guardia Costiera e indagini della Polizia Ambientale, già ad agosto, avevano accertato la presenza di liquami maleodoranti sulla spiaggia di Lama Monachile, ipotizzando un cattivo funzionamento dell'impianto. Video-ispezioni con telecamere hanno permesso di scoprire che venivano sversati illecitamente i residui della fogna nera. Le indagini dell'Arpa, attraverso campionamenti, hanno permesso di verificare che erano stati superati di 12 volte i limiti riguardanti la presenza dei batteri fecali del tipo 'Escherichia Coli'. Il sequestro della struttura, spiega la Procura, è avvenuto per "evitare danni ambientali" causati dallo sversamento dei liquami. Le prescrizioni di legge, infatti, prevedono lo svuotamento periodico della vasca del manufatto per evitare proprio il riversarsi dei liquidi, oltre, aggiungono gli inquirenti, alla "immediata esecuzione strutturale di adeguamento delle opere e degli impianti esistenti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento