Polipark via Solarino, via libera al progetto per i lavori di adeguamento

Sì della giunta comunale: previsti interventi per circa 2 milioni e 675mila euro per la messa in sicurezza della struttura, acquisita dal Comune nel giugno 2015

La giunta Decaro dà l'ok al progetto esecutivo per i lavori di adeguamento del Polipark di via Solarino. Gli interventi, per un importo complessivo di circa 2 milioni 675mila euro, riguardano tutti gli otto piani della struttura, con particolare riguardo ai sei piani saranno utilizzati per l’autorimessa (piano interrato, seminterrato, terra, primo, secondo e terzo).

In particolare, i lavori finalizzati all’adeguamento alla normativa di prevenzione incendi e di adeguamento impiantistico saranno preceduti da una serie di consistenti interventi di demolizione e rimozione di tutti gli elementi - sia edili sia impiantistici - che si procederà a sostituire nel corso del cantiere, il cui tempo di realizzazione è stimato in 120 giorni, che potranno essere ridotti a seconda dell'offerta presentata dai concorrenti. Il Polipark, che già funziona come quarto parcheggio di scambio cittadino, è stato acquistato dal Comune di Bari a maggio del 2015 per 4 milioni 151mila euro grazie ad un più ampio finanziamento regionale di 7 milioni di euro, con il quale saranno sostenuti anche i costi dei lavori approvati questa mattina dalla giunta.

“Si tratta di un altro progetto importante - commenta l'assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso - che siamo riusciti a chiudere in tempi rapidi, avvalendoci delle professionalità tecniche interne all’ente, con l’intento di mandare subito in gara questi lavori in modo da poterli completare entro il 31 marzo del 2017, rispettando così i tempi di rendicontazione previsti dal finanziamento. Al termine dei lavori disporremo di un grande parcheggio, da circa 1500 posti auto, adeguato alla normativa vigente sulla prevenzione incendi e, soprattutto, migliorato grazie ai previsti interventi di efficientamento energetico. I lavori rientrano a pieno titolo nella strategia sviluppata dal Comune di Bari sulle politiche della mobilità sostenibile e sulla riduzione complessiva dell’inquinamento atmosferico e acustico nel territorio urbano”.

Il quarto e quinto piano della struttura, quest’ultimo scoperto, saranno interessati da un successivo intervento attualmente non finanziato e consentiranno un ulteriore incremento di circa 500 posti auto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Attualmente, i cittadini possono lasciare la propria automobile presso il Polipark e raggiungere piazza Moro attraverso due collegamenti: con la navetta E del Park&Ride al costo di 1 euro oppure con il Park&Train, che con 2 euro consente di lasciare la vettura e utilizzare i treni delle Ferrovie Appulo-Lucane, che in 6 minuti raggiungono la stazione centrale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piccioni su balconi e grondaie: i sistemi per allontanarli da casa

  • Regionali Puglia 2020, seggi aperti: corsa a otto per la presidenza

  • Chiude dopo più di 20 anni il Disney Store di via Sparano a Bari: a rischio 13 lavoratori, proclamato sciopero

  • Positiva al covid rompe la quarantena ed esce a fare la spesa: denunciata una donna nel Barese

  • Operatrice positiva al Covid, chiude asilo nido a Bari

  • A Bari vecchia 38 positivi al Covid e Decaro mette in guardia i residenti: "A breve confronto con i gestori dei locali"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento