Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca

Polizia Municipale, dietrofront del Ministero: non sarà esclusa dal servizio ai seggi elettorali

Soddisfatti i sindacati, che ieri anche a Bari avevano organizzato un sit-in di protesta in piazza Prefettura: "Conquista di tutti i lavoratori, ora rilanciare le azioni sindacali per il ripristino della causa di servizio e dell'equo indennizzo e di una riforma della Polizia Locale più attuale"

La Polizia municipale sarà presente ai seggi elettorali del referendum del 17 aprile per i servizi di ordine pubblico insieme alle altre forze dell'ordine. Dopo le proteste dei sindacati di Polizia locale, nella giornata di mercoledì è arrivato il dietrofront del Ministero dell'Interno.  

 

"Un ottimo risultato", commentano in una nota congiunta i rappresentanti sindacali di Cgil, Cisl e Uil, che ieri anche a Bari hanno organizzato un sit-in di protesta in piazza Prefettura.

"Un dietro-front - si legge nella nota - che ha dato ragione alle nostre posizioni creando un precedente di non poco conto visto che in un primo momento si è tenuto a precisare il richiamo alla 121/81, volendo quasi rimarcare l'inutile coinvolgimento della Polizia Locale, disconoscendone ogni ruolo rivisto successivamente sancendo i compiti e le funzioni rispetto al contributo sostanziale e attivo che svolgono giornalmente gli operatori. Questo non può essere altro che un modo per rafforzare e rilanciare a tutti i livelli istituzionali le azioni sindacali sulle rivendicazioni che vedono impegnate da tempo le Segreterie per il ripristino della causa di servizio e dell'equo indennizzo e di una riforma della Polizia Locale più attuale che individui e definisca, una volta per tutte, il ruolo e le funzioni rispetto ad un quadro normativo completamente mutato".

Durante la manifestazione di protesta a Bari, "una delegazione sindacale si è recata in Prefettura dove ha rimarcato la necessità di sollecitare gli organi istituzionali nazionali ad affrontare al più presto la questione della Polizia Locale che aspetta da tempo risposte concrete, per le quali la Prefettura si è impegnata a trasmettere a Roma apposita nota. Inoltre, abbiamo anche ribadito la necessità di un successivo incontro teso a definire a livello locale l'impiego del personale della Polizia Locale rispetto ad una serie di servizi che vengono posti a loro carico rispetto alle decisioni assunte all'interno del Comitato Provinciale per la Sicurezza e l'ordine Pubblico". "Non ci fermeremo - concludono i sindacati - e continueremo a mettere in campo tutte le risorse necessarie tese rafforzare la mobilitazione delineando tutte le forme possibili di protesta tese alla soluzione delle problematiche poste, sia a livello territoriale che nazionale".
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polizia Municipale, dietrofront del Ministero: non sarà esclusa dal servizio ai seggi elettorali

BariToday è in caricamento