menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gargano nuovo capo della Squadra Mobile: "Attenzione a tutte le forme di criminalità e vicinanza ai cittadini"

Cinquantadue anni, di origine campane, prende il posto di Luigi Rinella. L'ultimo incarico, prima dell'arrivo a Bari, quello di dirigente della Squadra Mobile della Questura di Genova

Cinquantadue anni, originario di Amalfi ma "barese di adozione" - come lui stesso si definisce, viste le origini baresi di sua moglie - Annino Gargano è il nuovo dirigente della Squadra Mobile della Questura di Bari. Prende il posto di Luigi Rinella, a sua volta destinato ad un nuovo incarico a Roma, presso la Seconda divisione del Servizio Centrale Operativo (Sco).

In servizio dal 1990, il nuovo capo della Squadra Mobile barese ha alle spalle una lunga carriera, che lo ha già portato anche in Puglia, alla direzione della Squadra Mobile e della Divisione Immigrazione della Questura di Lecce. L’ultimo incarico, prima di giungere a Bari, lo ha visto alla guida della Squadra Mobile della Questura di Genova.

Forte della lunga esperienza maturata in prima linea nel lotta al crimine, e della conoscenza del territorio pugliese già sviluppata nei suoi precedenti incarichi, Gargano si appresta dunque a guidare l'azione della Questura di Bari contro quella che definisce "una criminalità ad assetto variabile",  quella barese appunto, prestando massima attenzione "a tutte le forme di criminalità, da quella diffusa, a quella organizzata e di stampo mafioso, non solo di Bari ma dell'intero distretto". Con una priorità: la vicinanza al cittadino. "Vicinanza a tutte le attività commerciali, agli imprenditori, alla brava gente, alla gente semplice, a chi ha bisogno" che, sottolinea Gargano, la Squadra Mobile è in grado di assicurare grazie ad "un'ottima conoscenza del territorio", che le consente anche "di poter conoscere e analizzare i fenomeni criminali e di poterli aggredire nel modo migliore".  Massima attenzione anche al porto, che vede Bari, anche in virtù della sua della sua posizione geografica e della sua vicinanza alle rotte balcaniche, al centro di dinamiche legate all'immigrazione clandestina. 

IL CURRICULUM - In servizio dal 1990, ha frequentato il corso quadriennale di formazione per Commissari presso l’Istituto Superiore di Polizia di Roma nonché il corso di perfezionamento in lingua francese presso l’Istituto Nazionale della Formazione della Polizia Nazionale francese di Clermont - Ferrand (F). Dopo aver ricoperto l’incarico di Vice Dirigente della Squadra Mobile e di Dirigente dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Parma, ha diretto la Squadra Anticrimine del Commissariato di P.S. “Viareggio - Versilia” (LU) nonché la Squadra Mobile della Questura di Lucca. Torna in Puglia dopo l’esperienza alla direzione della Squadra Mobile e della Divisione Immigrazione della Questura di Lecce; l’ultimo incarico, prima di giungere a Bari, lo ha visto Dirigere la Squadra Mobile della Questura di Genova. Nel corso della carriera, ha conseguito numerosi encomi ed attestati di lode in relazione ai risultati ottenuti nel contrasto alla criminalità diffusa ed organizzata, anche di stampo mafioso. Il Dr. Gargano è stato docente di tecniche investigative, oltre che di nozioni di diritto e procedura penale, presso le Scuole Allievi Agenti della Polizia di Stato di Brescia, Reggio Emilia e Piacenza ed è docente presso la Scuola Internazionale di Alta Formazione del Dipartimento della Pubblica Sicurezza per la prevenzione ed il contrasto al crimine organizzato di Caserta. Presso la Scuola Superiore di Polizia di Roma è docente di tecniche d’indagine sulle principali tipologie criminali ai frequentatori dei corsi per Commissari della Polizia di Stato. Ha svolto incarichi di docenza di teoria e tecniche investigative in master universitari di secondo livello, in “Scienze di Polizia”, presso le Università degli Studi di Lecce e Genova; è stato relatore in convegni ed ha partecipato a work shop, in Italia e all’estero, in relazione alla tratta di esseri umani, al crimine organizzato ed alla violenza di genere.

Dal giorno 9 gennaio 2017 si sono inoltre insediati presso la Questura di Bari il dottor Costantino Scudieri e la dottoressa Mariachiara Basurto. Il dottor Scudieri, 34 anni, proveniente dal Servizio di Polizia delle Frontiere e degli Stranieri del Dipartimento della P.S., è stato destinato alla Squadra Mobile quale Funzionario Addetto alla Sezione Contrasto della Criminalità Diffusa. La dottoressa Basurto, 30 anni, proveniente dall’U.P.G.S.P. della Questura di Milano, è stata assegnata all’Ufficio di Gabinetto.

*Ultimo aggiornamento ore 16.20


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento