menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Una sala operativa unificata per la Polstrada: "Più coordinamento ed efficienza"

La nuova struttura ha sede nell'edificio della Direzione dell'VIII tronco autostradale, presso il casello Bari Sud: dalla centrale saranno gestiti sia gli interventi sulla rete autostradale che quelli relativi alle arterie statali e provinciali

Un nuovo centro di coordinamento, dal quale saranno gestiti tutti gli interventi effettuati dalla Polstrada, sia sulle principali arterie della provincia che sui tratti pugliesi di A14 e A16, lavorando a stretto contatto con il personale di Autostrade per l'Italia. Dopo Napoli e Genova, anche Bari avrà la sua centrale operativa unificata della Polizia stradale, inaugurata oggi presso la Direzione dell’VIII Tronco autostradale, in prossimità del casello Bari Sud.

Nata dall'esigenza di ottimizzare risorse logistiche e umane, la nuova centrale coordinerà sia gli equipaggi in forze al COC (Centro Operativo Compartimentale) che quelli del COA (Centro Operativo Autostradale), operando in sinergia con il personale della sala radio di Autostrade, ubicata in una sala attigua. "Un valore aggiunto importante", quello della stretta collaborazione con Autostrade, sottolineato durante l'inaugurazione da Roberto Sgalla, direttore centrale per la Polizia Stradale, Ferroviaria, delle Comunicazioni e per i Reparti della Polizia di Stato. Il Questore di Bari, Antonio De Iesu, ha salutato l'avvio della nuova centrale operativa come "un piccolo grande esempio di ottimizzazione dei servizi". Presenti anche, tra gli altri, il direttore del servizio Polizia Stradale Giuseppe Bisogno, il dirigente del Compartimento Polizia Stradale per la Puglia Andrea Spinello, e, in rappresentanza del Comune di Bari, l'assessore Angelo Tomasicchio.

La sala operativa, spiega Lorenza Tumolo, vicequestore aggiunto e responsabile della nuova centrale unificata COA-COC, gestisce mediamente otto pattuglie per turno (quattro per la viabilità ordinaria e altrettante per quella autostradale), il cui numero viene potenziato in occasione di periodi particolari in cui è previsto un maggior traffico, come ad esempio in corrispondenza di festività o degli spostamenti per le ferie estive.

Per l'occasione, nel piazzale dell'edificio è stata esposta la Lamborghini donata - secondo una consuetudine che va avanti dal 2004 - dalla casa automobilistica alla Polizia di Stato. Oltre all'equipaggiamento standard di tutte le 'pantere', la Lamborghini è dotata di un particolare sistema video, con una videocamera installata vicino allo specchietto retrovisore e un computer collocato dietro ai sedili che consente di rilevare la velocità istantanea di altri veicoli, trasmettendo le immagini in tempo reale alla banca dati della Polizia. Oltre che per la vigilanza autostradale, la Lamborghini viene solitamente utilizzata dalla Polizia Stradale per il trasporto degli organi: è infatti attrezzata per il pronto intervento sanitario e dotata di una speciale attrezzatura frigobox collocata nel bagagliaio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, Lopalco: "Con limiti ad Astrazeneca dosi non utilizzabili per soggetti fragili, ecco perché somministrazioni ad altre categorie"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento