Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca

Carcere di Bari, la denuncia dell'Osapp: "Due agenti penitenziari aggrediti da detenuto"

L'episodio è stato raccontato dal dirigente sindacale, Giuseppe Cigna, in una nota: "Le due unità sono state accompagnate presso l'ospedale cittadino e hanno ricevuto entrambi 5 giorni di prognosi"

"Il 18 giugno presso la Casa Circondariale di Bari, un'altra aggressione da parte di un detenuto colpisce due unità di polizia penitenziaria. Presso la seconda sezione, un detenuto italiano aggredisce per futili motivi un assistente capo e un sovrintendente. Le due unità sono state accompagnate presso l'ospedale cittadino e hanno ricevuto entrambi 5 giorni di prognosi". Lo scrive, in una nota, il dirigente sindacale Osapp, Giuseppe Cigna.

"La situazione risulta gravissima all'interno del carcere del capoluogo barese, al di là dell’entità dell’aggressione - dichiara il dirigente sindacale - La gravissima carenza di organico di polizia penitenziaria ormai rende il personale rimasto, stremato. Numericamente il personale non è adeguato al carico di lavoro esistente, che sta consumando sia a livello psico fisico che morale il personale che espleta anche 12 ore di servizio".

Secondo il sindacalista Giuseppe Cigna nel carcere di Bari sarebbe stato "accentrato anche il fabbisogno sanitario detentivo con un centro clinico detentivo e l'invio di soggetti psichiatrici che rende la situazione generale una polveriera". 

"Si chiedono interventi con l'invio di almeno 60 unità - spiega il rappresentante della sigla Osapp (Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria) - Facciamo appello a tutte le figure istituzionali e di governo, lanciando un 'urlo disperato all'attenzione pubblica'. Non siamo fantasmi, ma una società nella società".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carcere di Bari, la denuncia dell'Osapp: "Due agenti penitenziari aggrediti da detenuto"
BariToday è in caricamento