menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Polo della giustizia, incontro in Prefettura: al vaglio il progetto del Comune

Riunione tecnica con i rappresentanti dell'agenzia del Demanio e del Ministero di Grazia e Giustizia per esaminare lo studio di prefattibilità del progetto che prevede la collocazione degli uffici giudiziari nelle ex caserme Milano e Capozzi

Primo incontro tecnico, questa mattina in Prefettura, per esaminare il progetto per la realizzazione del nuovo polo della giustizia di Bari. Il sindaco Decaro ha incontrato i rappresentanti dell’agenzia del Demanio e del Ministero di Grazia e Giustizia per esaminare lo studio di prefattibilità relativa all'ipotesi che prevede la collocazione degli uffici giudiziari nelle ex caserme Milano e Capozzi.

La proposta del Comune ha incassato la disponibilità del Ministero e della commissione di manutenzione del tribunale.

"La realizzazione dell’opera - ha spiegato il sindaco Decaro al termine dell'incontro - avverrà a cura del Ministero delle Infrastrutture per mezzo del Provveditorato regionale alle opere pubbliche. Noi, dal giustizia polo-2canto nostro, siamo disponibili con i nostri uffici a preparare la parte relativa allo studio di fattibilità sulla base delle esigenze, in termini di metri quadri, espresse dai tribunali". "Ad oggi - ha detto ancora Decaro - lo studio di prefattibilità illustrato prevede un costo stimato in 90 milioni di euro. Fondi che sarà il Ministero di Grazia e Giustizia a mettere a disposizione del Provveditorato delle Opere Pubbliche per poi valutare le procedure di gara da espletare secondo due ipotesi: la classica forma di appalto utile alla realizzazione di un’opera pubblica, o un contratto di disponibilità (ex project financing) per cui su un’area pubblica un soggetto privato costruisce e riceve in cambio un ristoro economico annuale, una forma di canone con riscossione al termine del periodo previsto dal contratto. Ho preso l’impegno con il Ministero affinché il Comune proceda, entro il 1 settembre 2015 - data in cui la competenza sull’edilizia giudiziaria tornerà in capo allo Stato - con l’espletamento di tutti gli adempimenti relativi alla nuova allocazione del polo giudiziario”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento