menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Musei del cinema e sale eventi da 1500 posti, in Fiera nasce il "Polo delle Arti e della Cultura"

Questa mattina è stato firmato il protocollo d'intenti tra Comune di Bari, Regione Puglia ed Ente Autonomo della Fiera del Levante per il recupero dei padiglioni inutilizzati

Recuperare e restaurare tutti i padiglioni della Fiera del Levante esclusi dalle attività fieristiche e congressuali per trasformarli in contenitori d'eventi e mostre. Questo l'obiettivo del Protocollo d'intenti tra Comune di Bari, Regione Puglia ed Ente Autonomo della Fiera del Levante. Lo spazio sul lungomare barese diventerà così un di sviluppo economico e culturale, oltre che di attrazione turistica, attraverso l’insediamento la creazione di un "Polo Regionale delle arti e della Cultura".

Gli spazi ospiteranno così esposizioni, mostre, spettacoli di teatro, musica e danza, attività educative, formative, divulgative, ma anche di promozione, produzione e scambio di servizi. Verrà così integrato quanto già fatto con Puglia Promozione e Apulia Film Commission, attraverso il completamento di "Apulia Film House" - il nuovo museo del cinema regionale -  e rafforzamento del Cineporto. Per fare ciò verranno riallocati tutti gli uffici regionali dell'Assessorato all'Industria Turistica e Culturale, del Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio, ma anche del Teatro Pubblico Pugliese. 

Il progetto prevede anche la realizzazione, in partnershiptra  pubblico e privato, di uno spazio per il design e l'architettura, "da utilizzare  - spiegano dal Comune -come luogo di co-networking ad uso di architetti, designer, progettisti, artisti, con installazioni, mostre, seminari e produzioni che definiscano i trend del momento a livello nazionale e internazionale". Una volta completato il Polo delle Arti e della Cultura, all'interno della Fiera saranno avviati interventi sugli spazi comuni e realizzata una 'Sala grandi eventi', che fungerà da struttura stabile in grado di ospitare eventi, meeting e congressi per un massimo di 1500 persone.
 
"Siamo convinti che la Fiera - spiega il sindaco Decaro -, che in questi giorni è protagonista di un rilancio della sua funzione espositiva e fieristica, sia la location migliore per ospitare le importanti risorse culturali e attrattive del nostro territorio che insieme sapranno qualificare ancora di più l’offerta culturale, artistica e attrattiva della regione e della città di Bari”.

"Il progetto del Polo delle Arti e della Cultura - commentano il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano e l'assessore all’Industria Turistica e Culturale Loredana Capone dopo l’approvazione della delibera - è molto di più di un intervento infrastrutturale su alcuni padiglioni della Fiera del Levante. L'armonizzazione spaziale degli uffici dell'assessorato con le agenzie regionali che si occupano di Turismo, Cinema, Teatro, insieme alla creazioni di spazi espositivi e di spazi dedicati alla  produzione artistica e culturale, si sviluppa parallelamente al processo di riforma degli strumenti normativi e del sistema degli aiuti del settore turismo e cultura"

“Il rilancio dell’Ente – ha aggiunto la commissaria Antonella Bisceglia – riguarda sia il completamento delle azioni di razionalizzazione dei costi, sia nuovi investimenti per la valorizzazione del Patrimonio, con interventi su componenti rilevanti come il completamento della ristrutturazione dell'ingresso Monumentale. Un'anteprima di ciò che sarà il futuro Polo sarà presente nella prossima Campionaria grazie al Teatro Pubblico Pugliese e Apulia Film Commission, dove saranno presenti eventi culturali e formativi - ha concluso Bisceglia - in collaborazione con le principali istituzioni culturali regionali e nazionali, quali la Fondazione Petruzzelli di Bari e la Fondazione Accademia Teatro alla Scala di Milano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento