Porta Futuro 2 pronta a febbraio: "Nell'ex Manifattura presto anche i cantieri per la Caserma dei Carabinieri"

Sopralluogo del sindaco Decaro nell'edificio del quartiere Libertà che ospiterà l'incubatore sociale destinato alle start-up e servizi di assistenza alla cittadinanza

Un cantiere in fermento che dovrebbe terminare a febbraio prossimo: lavori in corso nell'ex Manifattura Tabacchi del quartiere Libertà di Bari per realizzare Porta Futuro 2, un incubatore sociale destinato a start-up, supporto per idee imprenitoriali e servizi per il lavoro. Una parte dei locali, inoltre, ospiterà la nuova caserma dei Carabinieri nel rione, importante presidio di sicurezza della zona. Il sopralluogo del Comune ha evidenziato l'avanzamento dei cantieri, dell'importo di circa 2,8 milioni di euro: è stato ultimato il montaggio della seconda delle tre coperture previste per i padiglioni. Al pianterreno, invece, si sta realizzando l'impianto di rete. Da ultimare anche gli impianti idrici e fognari oiltre che le finiture con il posizionamento di infissi, pavimenti e arredi. 

“In questi spazi della ex Manifettura Tabacchi - spiega il sindaco Antonio Decaro - stiamo conducendo una grande operazione di restauro di un immobile storico e vincolato, del quale recuperiamo il possibile, la pavimentazione originale e una parte dei soffitti, la copertura in legno, dotandolo però di un'impiantistica completamente nuova e funzionale ad allocarvi Porta Futuro 2. Questo è un intervento particolarmente importante dal punto di vista sociale perché in questi ambienti, al termine del cantiere, terremo insieme il lavoro e la sicurezza: la parte superiore e una parte del piano terra ospiteranno le attività e i servizi di una città innovativa, con l’incubatore per il sostegno alle start up che offrirà ai giovani che abbiano idee imprenditoriali nuove la possibilità di partire da qui con tutto il supporto tecnico necessario, mentre una porzione del piano terra sarà destinata a Caserma dei Carabinieri e rappresenterà un presidio fisso all'interno del quartiere Libertà. Proprio per la nuova Caserma, in queste settimane l’Arma dei Carabinieri ha dato il via libera alla progettazione che gli uffici gli hanno sottoposto e, dopo un’ultima approvazione dell’Agenzia del Demanio, si potrà cominciare con i lavori, in continuità con l’appalto oggi in corso per il cantiere di Porta Futuro. Lavoro e sicurezza sono anche i due elementi alla base della nostra strategia di riqualificazione del quartiere Libertà. Questo edificio, nei prossimi mesi, sarà un cantiere a cielo aperto, perché partiranno anche i lavori per la riqualificazione dell’ala di proprietà dell’Università degli Studi di Bari che ospiterà il CNR”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“In quest'ala della ex Manifattura Tabacchi nascerà un centro aperto dell’innovazione - afferma l'assessore cittadino alle Politiche Giovanili, Paola Romano -. Gli interventi, quindi, da un lato  riqualificheranno questo spazio meraviglioso, dall’altro consentiranno di sostenere buone idee innovative o semplicemente i ragazzi che vogliano creare un'impresa utilizzando uno dei bandi comunali, regionali o nazionali a disposizione. Al tempo stesso aiuteremo le imprese più piccole a crescere, trovando supporto e nuovi mercati. Sappiamo bene che le buone idee non bastano senza capitali. Molti di questi ragazzi necessitano di realtà che li aiutino a fare rete sia a livello nazionale sia internazionale, che troveranno a Porta Futuro 2. Il progetto è stato pensato anche secondo queste esigenze: al piano terra saranno allestiti degli spazi per l’accoglienza dove gli utenti saranno orientati nella conoscenza di bandi pubblici adeguati alle loro esigenze di impresa e saranno indirizzati verso quelle realtà che potrebbero finanziare le loro idee con la possibilità di usufruire anche di una consulenza gratuita. Se, diversamente, intendessero creare qualcosa di nuovo, potranno contare sulla disponibilità di macchinari e di un fab lab dove, attraverso l’assistenza del personale e di strumentazione 3D, sarà possibile generare prodotti nuovi. Al primo piano, invece, sarà realizzata tutta la parte della struttura più specialistica: zone meeting, aree dedicate agli incontri professionali ma anche spazi riservati a coloro che ci aiuteranno a far crescere le buone idee dei cittadini, una sorta di “business angel”, ossia investitori privati, sindacati, cooperative e tutte quelle realtà con le quali vogliamo provare a scommettere su un nuovo futuro del quartiere Libertà partendo proprio dal lavoro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piccioni su balconi e grondaie: i sistemi per allontanarli da casa

  • Chiude dopo più di 20 anni il Disney Store di via Sparano a Bari: a rischio 13 lavoratori, proclamato sciopero

  • Operatrice positiva al Covid, chiude asilo nido a Bari

  • Positiva al covid rompe la quarantena ed esce a fare la spesa: denunciata una donna nel Barese

  • A Bari vecchia 38 positivi al Covid e Decaro mette in guardia i residenti: "A breve confronto con i gestori dei locali"

  • Incendio a Valenzano: fiamme nelle vicinanze delle palazzine, avvertite anche delle esplosioni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento