Stampanti 3D, coworking e incontri con gli investitori: al Libertà le idee d'impresa diventeranno realtà

Al termine dei lavori - che dureranno un anno e mezzo - sui due piani dell'ex Manifattura Tabacchi sorgerà l'incubatore di 'Porta Futuro 2'

L'edificio che ospiterà l'incubatore

Quasi 40 anni dopo gli edifici dell'Ex Manifattura Tabacchi tornano ad essere colonna portante dell'imprenditoria barese. La struttura nel cuore del rione Libertà, dopo aver ospitato fino al 1980 la produzione di tabacchi, si trasformerà entro la fine del 2018 in un incubatore d'impresa aperto non solo alle idee innovative, ma anche progetti artigianali dei futuri imprenditori. 

Gli spazi da riqualificare 

Quello che è ora un edificio in disuso - sviluppato su due piani per una superfice totale di 2600 mq - con calcinacci e arredi distrutti, in un anno e mezzo rinascerà a nuova vita, grazie ad un piano di intervento da circa 5 milioni di euro, finanziati dalla Regione Puglia. "I lavori partiranno già da lunedì prossimo - assicura l'assessore ai Lavori Pubblici Giuseppe Galasso, intervenuto questa mattina insieme ai colleghi Carla Palone (Commercio) e Paola Romano (Politiche giovanili), alla presidente del primo Municipio Micaela Paparella e all'assessore regionale alle Politiche giovanili Raffaele Piemontese - e siamo certi di completarli entro un anno e mezzo massimo".

Dopo aver ospitato il job center Porta Futuro, quindi, l'ex Manifattura farà il passo successivo, offrendo un aiuto anche a chi un'impresa vuole crearsela da solo, per poi offrire in futuro un impiego ad altre persone. L’intero immobile sarà cablato, videosorvegliato e dotato di impiantistica di allarme. I lavori interesseranno anche l'esterno della Manifattura: sarà creata un'area centrale di accesso pedonalizzata su via Ravanas, da cui ora accedono invece i veicoli. "L'obiettivo è stimulare il mondo imprenditoriale giovanile pugliese - commenta Piemontese -, perché le idee devono diventare azione concreta e in questi spazi troveranno un luogo fisico dove crescere, con tutti gli strumenti necessari". 

VIDEO - COME SI PRESENTA ORA LA STRUTTURA 

Le attività sui due piani

Il Comune intende sfuttare entrambi i piani della struttura - che negli anni 80 ha ospitato gli uffici della Procura prima di essere abbandonata nel degrado - dando a ciascuno un compito specifico. "Al piano terra  - spiega l'assessore Romano - creeremo un punto d'accoglienza per chi vuole trasformare una normale idea in un'idea d'impresa, chiamato 'atelier dell'innovazione'. Qui saranno guidati nel percorso di formazione dell'impresa, mostrando loro i bandi a cui potranno partecipare per ottenere eventuali finanziamenti da Regione e Comune, ma anche a livello nazionale. Inoltre li reindirizzeremo verso eventuali investitori, oltre ad altre attività di consulenza. Contiamo di avvicinare subito eventuali realtà sul territorio che vogliano finanziare idee d'impresa, come l'Università di Bari, Confindustria, Confcooperative e il Cnr, il cui laboratorio sarà ospitato proprio in quest'area". L'area ospiterà anche un infopoint che servirà alla profilazione degli utenti interessati attraverso piattaforme informatiche analoghe a quelle di 'Porta Futuro I' e fornirà tutte le informazioni relative alle opportunità da cogliere nell’ambito dello startup di impresa e dell'innovazione.

Non solo consulenza però: "Metteremo a disposizione anche un 'Fab-Lab' - prosegue la Romano -, dove 15 persone, adeguatamente formate e specializzate, potranno  potranno sviluppare i loro prodotti con stampanti 3D. Questo è il nostro concetto di manifattura 4.0 e non è un caso che nasca da un'altra Manifattura, quella dei tabacchi".

IMG_20170728_114816

Al primo piano invece troveranno spazio attività più specialistiche per le imprese. Ecco quindi che le tante stanze, di cui al momento rimane solo la muratura, di cui dispone l'area rialzata ospiteranno sale meeting per gli incontri, ma anche uffici dedicati ai 'business angel', gli investitori che potranno anche non far parte di enti. "Chiediamo aiuto a baresi, residenti della Città metropolitana, ma anche reti di finanziatori nazionali ed internazionali e sindacati, tutto coloro che ci possano aiutare a trasformare in realtà quelle che sono le idee di chi vuole sviluppare l'economia del territorio". Il primo piano ospiterà però anche sette spazi di coworking: mini uffici in cui gli imprenditori e il loro staff potranno avviare la loro impresa e trovare risorse per svilupparla. "Quando poi avranno fatto il 'salto di qualità' - conclude la Romano - ospiteremo altre imprese a rotazione, dando spazio a tutti per crescere all'interno di Porta Futuro 2".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piccioni su balconi e grondaie: i sistemi per allontanarli da casa

  • Regionali Puglia 2020, seggi aperti: corsa a otto per la presidenza

  • Chiude dopo più di 20 anni il Disney Store di via Sparano a Bari: a rischio 13 lavoratori, proclamato sciopero

  • Positiva al covid rompe la quarantena ed esce a fare la spesa: denunciata una donna nel Barese

  • Operatrice positiva al Covid, chiude asilo nido a Bari

  • A Bari vecchia 38 positivi al Covid e Decaro mette in guardia i residenti: "A breve confronto con i gestori dei locali"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento