Il ministro Madia a Porta Futuro: "Innovazione, strumento per il lavoro"

Visita dell'esponente di governo nel 'Job Center' realizzato alla Manifattura dei Tabacchi. il sindaco Decaro: "Creare comunità digitale per servizi sempre più all'avanguardia

Prima ha fatto capolino durante una selezione, poi accanto al sindaco Decaro intento a mostrare la possibilità di cercare e scaricare rapidamente un certificato comunale via internet: è durato mezz'ora il tour del ministro per la Pubblica Amministrazione, Marianna Madia, nella sede di Porta Futuro, il centro per l'orientamento e la ricerca del lavoro inaugurato pochi mesi fa nella sede della Ex Manifattura dei Tabacchi del quartiere Libertà. La visita d'eccezione nella struttura, tra le poche in Italia, a cui centinaia di persone si rivolgono per essere aiutati a trovare un impiego, in cui il primo cittadino e i responsabili del job center, hanno mostrato al ministro l'organizzazione e le attività avviate in un luogo esempio di come la Pubblica Amministrazione possa rivolgersi ai cittadini non solo in modo vessatorio.

"Bisogna cambiare concretamente la vita dei cittadini - ha dichiarato Madia - e fare in modo che sia più semplice lavorare ed entrare nel mondo del lavoro con l'innovazione, strumento potente che i governi hanno per le mani. Martedì presenteremo il codice pin unico" per l'utilizzo dei servizi nella Pa , "esempio di maturità di una Repubblica che comprende come i cittadini vogliano servizi di qualità con regole e tempi certi". Per Madia, inoltre, la Pa deve fare di più contro i 'fannulloni: "Chi fa male - dice - deve essere sanzionato e purtroppo la normatiiva attuale non lo consente sempre. Abbiamo anticipato l'ultimo decreto riguardante chi truffa l'amministrazione sulle presenze e completeremo la normativa sulle sanzioni nel Testo Unico del Pubblico impiego, uno dei prossimi decreti attuativi della riforma Pa. Sanzionare chi sbaglia è una precondizione come l'onestà in politica" ha poi affermato il ministro prima di partecipare alla tavola rotonda organizzata al Porto da Confindustria e Il Sole 24 Ore sul tema 'Viaggio nell'Italia che innova', alla presenza, tra gli altri, del ministro dei Trasporti, Graziano Delrio.

Il sindaco Decaro ha rimarcato i risultato della 'smaterializzazione' della burocrazia attuata dal Comune: "Sono circa 3mila - ha detto - i certificati stampati dai cittadini davanti al pc di casa o aziendale ed è un risultato positivo, mille al mese. Con l'Università e il Politecnico abbiamo sottoscritto accordi per creare una comunità digitale. Spesso il cittadino non conosce o non si fida dei servizi o non riesce a utilizzarli. Dobbiamo rendere tutti consapevoli e offrire sempre più servizi innovativi". In tal senso, Porta Futuro rappresenta un luogo simbolo, anche per la rinascita del quartiere Libertà: "Lo ribadisco, diventerà un posto figo. Qui vicino apriremo degli incubatori di imprese per aiutare le startup più giovani a stare in piedi e nella Manifattura troveremo lo spazio per il Cnr, una struttura avanzata con 700 talenti".

Fuori dall'edificio, all'arrivo del ministro, contestazione di alcuni laboratori pubblici organizzata dal sindacato Usb: "Siamo contro la riforma della Pa - ha spiegato un attivista -Si tratta di politiche al servizio della classe dirigente privata, per far perdere ai lavoratori e ai cittadini diritti fondamentali garantiti dalla cCostituzione, rendendo i servizi pù costiso e meno alla portata di tutti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • Tragico incidente sulla statale 16 a Bari: impatto tra auto e camion, muore donna

  • Investe ciclista sulla ss16 e fugge, arrestata pirata della strada: positiva all'alcol test

  • "Puntiamo alla zona gialla". Decaro: "Con misure meno restrittive per un Natale più sereno"

Torna su
BariToday è in caricamento