Venerdì, 23 Luglio 2021
Cronaca

Viaggiavano stipati nel bagagliaio di un'auto, due migranti siriani fermati al porto

Giacevano in condizioni precarie in un doppiofondo ricavato sotto i sedili di una Hyundai Santa Fe. La donna alla guida dell'auto, una 37enne di origine bulgara, è finita in manette per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina

Nascosti nel doppiofondo di un'auto per entrare in Italia passando dal porto di Bari. Sono stati così trovati, in condizioni precarie, due cittadini di origine siriana, trasportati da una donna di origine bulgara di 36 anni, alla guida di una 'Huyndai Santa Fe'.

Il suv era appena sbarcato dalla motonave 'Superfast II', proveniente dalla Grecia, ed era stato sottoposto ad alcune verifiche da parte della Guardia di Finanza, quando i militari, smontando il doppiofondo ricavato al di sotto il bagagliaio e i sedili posteriori, hanno scoperto i due migranti.

La conducente del mezzo è stata arrestata per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. Dall'inizio dell'anno sono stati circa una cinquantina gli interventi di questo tipo nel porto di Bari, con l'avvio delle procedure di identificazione e di espulsione per 140 migranti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viaggiavano stipati nel bagagliaio di un'auto, due migranti siriani fermati al porto

BariToday è in caricamento