Nel camion frigo dall'Olanda sette chili di cocaina e 150mila euro in contanti: sequestro al porto, corrieri in manette

Il mezzo, diretto in Albania, fermato per un controllo da finanzieri e doganieri: droga e denaro nascoste in un doppiofondo nella cabina di guida. Arrestati i due autotrasportatori

Nel camion frigo proveniente dall'Olanda e diretto in Albania non c'erano soltanto le 20 tonnellate di patate surgelate trasportate 'ufficialmente'. A bordo del mezzo pesante, in procinto di imbarcarsi sulla motonave AF Marina nel porto di Bari, c'era anche un altro carico ben più 'prezioso': sette chili di cocaina, e oltre 150mila euro in contanti, nascosti in un doppiofondo ricavato nella cabina di guida, chiuso e difficilmente accessibile.

>>> IL VIDEO DEL SEQUESTRO <<<

Finanzieri del II Gruppo Bari e funzionari dell'Agenzia delle Dogane hanno bloccato il mezzo per un controllo. Concentrandosi sul vano guida hanno così intercettato il doppiofondo, recuperando così, con non poche difficoltà, quindici mazzette incelofanate di banconote di vario taglio, soprattutto 20 e 50 euro, insieme a sei panetti di cocaina, protetti con nastro da imballaggio. 

All'esito del controllo sono stati rinvenuti 6,775 di droga e denaro contante per una somma pari a 151.640 euro, il tutto sottoposto a sequestro, unitamente all’autoarticolato utilizzato per il trasporto. I due cittadini albanesi a bordo del mezzo sono stati invece arrestati per il reato di traffico internazionale di sostanze stupefacente e condotti in carcere a Bari. Le indagini proseguono per individuare eventuali altri soggetti coinvolti nel traffico illecito.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Abbonamenti abusivi alla tv a pagamento, blitz in Italia e in Europa: scattano gli arresti, centrale anche a Bari

  • "Autovelox a Santa Caterina", la voce corre su social e smartphone. La Polstrada: "Nessuna comunicazione ricevuta"

  • Desiderate che il vostro bucato sia profumato? Tutto dipende dalla pulizia della vostra lavatrice

  • Omicidio a San Pio, proseguono le indagini sul delitto. Michele Ranieri cognato di Vincenzo Strisciuglio

  • Svaligiano appartamento di un'anziana, scatta l'inseguimento per le vie di Carrassi: presi due giovani

  • Furto notturno nella stazione di servizio: ladri in fuga dalla polizia si schiantano contro recinzione

Torna su
BariToday è in caricamento