Cronaca Libertà

Presepe vivente al Redentore: spettacolo curato nei minimi dettagli

Ieri sera ha chiuso i battenti il presepe vivente allestito presso la chiesa Redentore del quartiere Libertà. Il risultato è stato uno spettacolo puro con un occhio di riguardo per la beneficenza

Più di tre mesi di preparazione, oltre 100 figuranti, più di 600 persone presenti il giorno della sua inaugurazione: sono questi i numeri del presepe vivente allestito nell'opera salesiana del Redentore, al quartiere Libertà, che ieri sera ha chiuso i suoi battenti. Oltre a manifestare la realtà storica-sociale di Gesù fedelmente riprodotta nei costumi e negli ambienti grazie al gruppo 'Famiglie don Bosco dell’Oratorio', la rappresentazione ha avuto l’obiettivo di far compiere al visitatore un vero e proprio viaggio spirituale dall’annuncio dell’Angelo a Maria alla nascita di Gesù a Betlemme. Il visitatore, immerso in questa atmosfera spirituale e suggestiva, percorre le vie che conducono a scoprire Dio nella vita di ogni giorno. E il compito è perfettamente riuscito: lo spettacolo messo in atto è stato curato nei minimi dettagli con la chiosa finale, quella della grotta, impreziosita da un coro.

Anche ieri, giorno di chiusura della rappresentazione, la gente presente era numerosissima forse perché in un mondo in piena crisi economica, riscoprire e vivere i valori della solidarietà, della famiglia e dell’affetto, tipici del periodo natalizio, è un aspetto che ancora conta così come afferma don Francesco Preite, responsabile dell'oratorio: "Il presepe vivente diventa metafora della vita se si passa dalla semplice rappresentazione scenica a quella esistenziale: nella misura in cui ognuno compie il suo dovere non semplicemente come obbligo, ma come atto di amore, allora il Natale acquista senso e significato".

Un presepe vivente che ha mobilitato l’intero quartiere, presente anche nella parte 'solidaristica' dell'evento: associata alla rappresentazione, infatti, c'è una grande gara di beneficenza a favore della riqualificazione del cortile dell’oratorio per la costruzione di un campo di calcetto e la ristrutturazione degli spogliatoi. Al fine di raccimolare i circa 250mila euro utili a tale obiettivo, tantissime persone non si sono sottratte all'acquisto dei biglietti della 'Lotteria Redentore 2012'. Gli organizzatori della lotteria di beneficenza, infatti, hanno affermato che nei primi quindici giorni della lotteria, che avrà la sua chiusura il prossimo 27 maggio, sono stati venduti già oltre mille biglietti. Perchè le feste di Natale sono finite ma, in fondo, per essere più buoni non è necessario che sia dicembre...


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presepe vivente al Redentore: spettacolo curato nei minimi dettagli

BariToday è in caricamento