Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Giornata Mondiale delle Malattie Reumatiche, visite gratuite anche a Bari

Il prossimo 5 ottobre al Policlinico una giornata per lo screening reumatologico gratuito

“Aderire alle iniziative di prevenzione è sempre utile - afferma Antonella Celano, Presidente APMAR - e la prevenzione è il principale strumento che i cittadini hanno per poter affrontare, con i migliori risultati, le malattie reumatiche; ed è per questo che ogni sforzo va in questa direzione”. L’occasione è data dalla Giornata Mondiale delle Malattie Reumatiche che si celebra il 12 ottobre e che vede la Regione Puglia impegnata in un progetto di “porte aperte” con l’adesione di numerose strutture Ospedaliere.

Grazie alla disponibilità e al lavoro di volontariato dei medici e dei responsabili dei reparti di Reumatologia, e con il contributo non condizionato di Pfizer, durante il mese di ottobre sono 9 le giornate di screening reumatologico gratuito in tutta Italia attraverso le quali sarà possibile prenotare un consulto ed eventualmente gli esami diagnostici che si rendessero necessari.

A Bari, è il Policlinico ad aprire le porte dell’Ambulatorio di Reumatologia del Prof. Lapadula il giorno 5 ottobre. Per motivi organizzativi, è necessario prenotare la visita chiamando il numero verde APMAR 800.984.712 dalle ore 9.00 alle 12.00. Gli appuntamenti verranno assegnati secondo disponibilità dei medici.

Quest’anno alle visite potranno accedere anche i bambini perché, contrariamente a quanto si è portati a credere, le malattie reumatiche sono frequenti anche in età pediatrica: sono infatti in media 10.000 i bambini che ogni anno sono colpiti da una malattia reumatica. Bambini e famiglie che trovano diversi ostacoli proprio per un intrinseco pregiudizio che porta alla diagnosi di malattia reumatica solo dopo aver scartato tutte le altre ipotesi mentre tempo prezioso è stato perso.

Oltre alla prevenzione, l’obiettivo di queste iniziative è anche quello di sensibilizzare i cittadini, facendo conoscere patologie gravi e croniche, autoimmuni e altamente invalidanti come sono gran parte di quelle reumatiche.

Fra le forme reumatologiche più gravi rientra l’artrite reumatoide, che rappresenta una delle patologie autoimmuni più diffuse e più gravi. Spesso accade che le malattie reumatiche siano confuse con patologie meno gravi o transitorie e questo causa un ritardo diagnostico che può mettere a rischio la qualità di vita futura del soggetto, provocando nei pazienti gravi disabilità. Sono malattie croniche  con un notevole impatto sociale sulla vita dei pazienti e sull’intera comunità a causa degli alti costi

Le malattie reumatiche sono fra le malattie più invalidanti contro cui combattono classe medica e pazienti con queste iniziative si intende "giocare d'anticipo" perché la prevenzione è l'arma più efficace per garantire ai pazienti, e in particolare a quelli più piccoli, una migliore qualità di vita.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata Mondiale delle Malattie Reumatiche, visite gratuite anche a Bari

BariToday è in caricamento