Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Prezzi carburanti: il mistero degli 'sconti fantasma'

Abbiamo notato delle incongruenze presenti in alcune stazioni di rifornimento di carburante della nostra città: il prezzo del self service, nonostante gli sconti annunciati, è uguale a quello del servito

Il prezzo dei carburanti per auto ha, ormai in modo ampiamente risaputo, raggiunto picchi da capogiro. Attualmente, infatti, durante le ore di apertura giornaliera, il costo di un litro di benzina verde si aggira sugli 1,63 euro, centesimo più, centesimo meno. Per provare a risparmiare qualche spicciolo, lo stratagemma più comune è quello di fare rifornimenti durante le ore serali e notturne quando, grazie al regime di self service, è possibile trovare prezzi più bassi di circa cinque centesimi (gli sconti applicati dai vari gestori in media si attestano su tale indice).

Questa 'tecnica' è quella che spesso adotto in prima persona ed è proprio grazie alla mia 'abitudine' che mi si è palesata davanti una stranezza, a quanto pare, piuttosto in voga: il prezzo del carburante in regime di self service era il medesimo del servito, nonostante fossero ben visibili dei cartelli annuncianti uno sconto di cinque centesimi all'ingresso del distributore. Sia chiaro: di certo non tutti i gestori sono soliti promettere uno sconto che poi, in realtà, non viene effettuato. Così come alcuni distributori non prevedono alcuno sconto sul prezzo self service per cui, in quei casi, è normale trovare prezzi identici a quelli adottati in regime di servito. Per quelli che espongono uno sconto, però, la situazione è ben diversa: la mia frustrazione (così come quella di chiunque altro) ha ben donde per palesarsi. Ma non è tutto: i distributori 'furbetti' hanno anche un altra tecnica 'ingannevole': non sono rari, infatti, coloro che promettono sconti, in realtà, applicati solo in parte. Mi è capitato, cioè, di notare cartelli annuncianti sconti di una decina di centesimi mentre quello poi applicato è di 4-6 centesimi.

Chissa cosa ne pensa la Confconsumatori...Vedrò di scoprirlo. Nel frattempo, un consiglio: se vi imbattete in qualche stazione di riferimento con sconti fantasma o ballerini e avete possibilità di rimandare il vostro pieno, disertate quel gestore. In attesa che il vostro portafoglio ve ne sia grato, almeno avrete evitato una buona dose di rabbia e frustrazione gratuita...

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prezzi carburanti: il mistero degli 'sconti fantasma'

BariToday è in caricamento