Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Primo Maggio, il 'grazie' di Decaro a chi lavora in prima linea nell'emergenza: "Questo Paese saprà rialzarsi"

Il pensiero del sindaco "per chi non ha un lavoro e chi teme di perderlo", e la dedica a chi "ci sta permettendo di superare l'emergenza". In mattinata anche l'omaggio a Di Vittorio in piazza Chiurlia

La cerimonia in piazza Chiurlia (foto Cgil Bari)

Un Primo Maggio con il pensiero rivolto a quanti hanno perso il lavoro e a chi teme di perderlo nella crisi post-Covid, ma anche a chi, proprio in questa giornata, opera in prima linea per il bene della comunità, da chi lavora in ospedale a chi assiste fragili e bisognosi, alle forze dell'ordine impegnate nei controlli. Sono le parole del sindaco Decaro, che nel corso di una diretta Fb dall'esterno del 'Covid hospital' del padiglione Asclepios del Policlinico, ha voluto dedicare il Primo Maggio a tutti coloro che "ci permetteranno di superare l'emergenza sanitaria e di tornare al lavoro".

In mattinata il sindaco ha partecipato anche, insieme al segretario generale della Cgil Puglia, Pino Gesmundo, alla deposizione di una  corona di fiori davanti alla lapide di Giuseppe Di Vittorio, in piazza Chiurlia a Bari vecchia. 

"E' difficile parlare di lavoro in un momento come questo", ha detto Decaro, "Ma sono convinto - ha concluso - che questo Paese come è successo altre volte nella storia saprà rialzarsi e tornare a camminare partendo proprio dal lavoro, come dice la nostra Costituzione".

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primo Maggio, il 'grazie' di Decaro a chi lavora in prima linea nell'emergenza: "Questo Paese saprà rialzarsi"

BariToday è in caricamento