Cronaca

Il 2014 tutto d'un fiato: l'anno che se ne va raccontato in dieci notizie

Dai principali fatti di cronaca all'elezione del nuovo sindaco, dalla 'nuova era' del Bari calcio alle vertenze che continuano a testimoniare la crisi, un anno di storia della città riassunto in dieci notizie

L'elezione del nuovo sindaco, ma anche la particolare stagione vissuta dalla squadra di calcio cittadina, con il fallimento e la fine dell'epoca Matarrese e il 'nuovo corso' di Paparesta. E poi i fatti di cronaca, come l'omicidio del giovane albanese Flori Mesuti, ucciso per vendicare uno schiaffo dato al ragazzino 'sbagliato', e la vicenda di Alessandro Leopardi, il corniciaio di Valenzano scomparso e ritrovato morto pochi giorno dopo. E ancora, la vertenza OM ancora senza soluzione, e l'incertezza sul futuro dello stabilimento OM.

Che anno è stato il 2014 per la città di Bari? Quali sono stati i fatti principali che hanno segnato questi dodici mesi che stiamo per lasciarci alle spalle?

L'ASSALTO AL CAVEAU DELLA SICURCENTER - Entrano in azione con una ruspa, sventrano l'edificio e e caricano la cassaforte a bordo di un camion. Durante la fuga, bloccano le strade incendiando auto e tir e disseminando chiodi sull'asfalto, ed ingaggiano un conflitto a fuoco con vigilanti e forze dell'ordine. E' un vero e proprio assalto in 'stile militare' quello messo a segno la notte tra il 10 e l'11 febbraio nella sede dell'istituto di vigilanza Sicurcenter, nei pressi del quartiere San Pio. Quella notte le forze dell'ordine riescono a bloccare uno dei presunti componenti del commando e a recuperare parte della refurtiva, ma il grosso del bottino è nelle mani dei banditi: si parla di un colpo da circa 10 milioni di euro.

BARI CALCIO, LA FINE DELL'ERA MATARRESE E IL 'NUOVO CORSO' DI PAPARESTA - Nei primi mesi dell'anno, è la crisi del Bari calcio a polarizzare l'attenzione del dibattito pubblico cittadino. E' il 24 febbraio quando l'assemblea dei soci, preso atto dell'"impossibilità di ripianare il debito dell'As Bari", decide per l'autofallimento. Si chiude così l'epoca Matarrese, durata 37 anni. Ad aggiudicarsi il club, alla terza asta fallimentare che si tiene a maggio, è Gianluca Paparesta, ex arbitro e anche ex club manager del B ari calcio.

ANTONIO DECARO ELETTO SINDACO - Tra maggio e giugno si celebra un appuntamento importante della politica cittadina: i baresi sono chiamati a scegliere il successore di Michele Emiliano, del Pd, rimasto alla guida della città per dieci anni. I due principali sfidanti sono il parlamentare ed ex assessore ai Trasporti Antonio Decaro per il centrosinistra e l'ex manager di Adp Mimmo Di Paola per il centrodestra. Si va al ballottaggio, che il 9 giugno incorona Antonio Decaro con il 65% dei voti. flori-2

"UCCISO PER UNO SCHIAFFO": L'OMICIDIO DI FLORI MESUTI - E' la sera del 29 agosto. Davanti alla chieda del Redentore, cuore del quartiere Libertà, avviene una sparatoria: sull'asfalto resta Flori Mesuti, giovane albanese di 25 anni, regolarmente residente in Italia. La zona, a quell'ora, è piena di gente, ma nessuno sembra aver visto nulla. Dopo alcuni giorni di serrate indagini, la polizia ricostruisce l'accaduto, e arresta il presunto assassino: è il figlio di un boss del quartiere. Quella sera avrebbe sparato contro Flori per 'punirlo' di uno schiaffo dato al suo fratello minore. La morte di Flori, vittima innocente di una mentalità mafiosa e prepotente, che non conosce regole, scuote la città intera.

L'OMICIDIO LEOPARDI - Alessandro Leopardi ha  38 anni, vive a Valenzano. La sera del 1° ottobre scompare nel nulla. A dare l'allarme è la moglie. Si pensa subito ad una scomparsa legata al passato del 38enne, che nel 2005 aveva denunciato e fatto arrestare i suoi estorsori. Si pensa dunque ad una vendetta ad opera della criminalità organizzata. Ma le indagini prendono una piega diversa. Pochi giorni dopo i resti bruciati di Leopardi vengono trovati nelle campagne di Valenzano, a poca distanza dalla sua abitazione. Nel registro degli indagati viene iscritto il suocero, Rocco Lagioia, arrestato il mese successivo: secondo gli investigatori sarebbe stato lui ad uccidere l'artigiano di Valenzano, per dissidi familiari legati a questioni di eredità.

MADONNELLA, L'ARSENALE DEI CLAN NELL'APPARTAMENTO DEL PENSIONATO - Decine di pistole, mitra e kalashnivok, caricatori, silenziatori e migliaia di munizioni anche da guerra. Un vero e proprio arsenale, forse uno dei più grandi mai scoperti in Puglia, quello che i carabinieri trovano all'interno di un bilocale di appena quaranta metri quadri, all'ottavo piano di un insospettabile condominio, in via Di Vagno 1, al confine tra Japigia e Madonnella. Un ritrovamento inquietante, per quantità e tipologia delle armi, significativo della grande disponibilità di armi in possesso dei clan locali. - VIDEO: IL BLITZ NELL'APPARTAMENTO

OM, LA VERTENZA INFINITA -  Ma il 2014 barese non è solo cronaca. E' un anno segnato anche dalle vertenze frutto della crisi, le cui conseguenze si fanno tangibili nelle difficoltà attraversate da numerose aziende della zona industriale. Tra queste, una delle più complesse, è quella che vede coinvolti gli operai dell'Om Carrelli. Cominciata nel 2012 con la chiusura dello stabilimento da parte della proprietà tedesca, la vertenza sembra avvicinarsi ad una soluzione positiva a giugno, quando viene siglata un'intesa con il gruppo Metec per la riconversione del sito. Ma dopo mesi di silenzio, a dicembre arriva la doccia fredda per gli operai: la Metec rinuncia agli investimenti in Puglia, dirottandoli su Termini Imerese. Un fulmine a ciel sereno anche per lo stesso governo regionale, che chiede un incontro e chiarimenti al Ministero dello Sviluppo economico.

IL PESTAGGIO DELLA VIGILIA DI NATALE - Pestato a sangue per aver cercato di difendere una sua amica, molestata dal branco. Succede in pieno centro, in corso Vittorio Emanuele, la sera della vigilia di Natale. La strada è gremita di giovani che affollano i locali per bere e ascoltare musica a tutto volume. Ma il pestaggio avviene nella più completa indifferenza: "Ero a terra e mi colpivano, ma nessuno è intervenuto", racconta la giovane vittima, un 23enne di Putignano. E' polemica sull'assenza di controlli e di forze dell'ordine nella zona. La polizia acquisisce i filmati delle telecamere dei locali della zona. Almeno cinque i componenti del branco, che sarebbero già stati identificati. Si attendono gli sviluppi delle indagini.

I MONDIALI DI VOLLEY FEMMINILE A BARI - All'inizio di ottobre, Bari è anche protagonistra di un grande evento sportivo. La città ospita la seconda fase dei Mondiali di volley femminile: un'importante vetrina a livello internazionale per Bari, che risponde con calore affollando il Palaflorio durante le gare disputate dalle azzurre di mister Bonitta, che nel capoluogo pugliese conquistano la qualificazione alla fase finale di mondiali.

IL NAUFRAGIO DEL NORMAN ATLANTIC - E' un evento drammatico quello che segna gli ultimi giorni del 2014, e che vede la Puglia e la città di Bari in prima linea. E' l'alba del 28 dicembre quando a bordo del traghetto Norman Atlantic, in navigazione dalla Grecia ad Ancona, scoppia un incendio. La nave è al largo delle coste albanesi. I primi mezzi di soccorso partono dalla Puglia, coordinati dalla nave San Giorgio della Marina militare. La situazione, con il passare delle ore, diventa sempre più drammatica: le operazioni di salvataggio dei naufraghi sono complicate dalle avverse condizioni meteomarine. I passeggeri tratti in salvo vengono trasportati a Brindisi e Lecce, 49 naufraghi arrivano anche a Bari. Barese è anche la competenza territoriale per l'inchiesta che dovrà far luce sull'accaduto. Al 30 dicembre, le vittime accertate sono tre, tra cui ci sarebbero tre italiani. Ma decine sono ancora i dispersi e il drammatico bilancio sembra essere destinato a salire.


 

Potrebbe interessarti: https://www.baritoday.it/cronaca/arsenale-armi-via-di-vagno-arrestato-alessandro-patruno.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/BariToday/211622545530190

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il 2014 tutto d'un fiato: l'anno che se ne va raccontato in dieci notizie

BariToday è in caricamento