Cronaca Libertà / Via Nazariantz Hrand

Stop ai processi fino al 30 settembre: "Oltre 1000 notifiche al giorno", rischi per quelli su stalking e maltrattamenti

La decisione del Consiglio dei Ministri, per trovare una soluzione al problema delle tende di via Nazariantz, creerà inevitabili disagi sui procedimenti in corso

Foto Ansa

In attesa che vengano smantellate le tende del PalaGiustizia di via Nazariantz, le cancellerie del Tribunale di Bari dovranno predisporre almeno mille notifiche al giorno: il calcolo, approsimativo, è stato effettuato dagli addetti ai lavori, cercando di quantificare le conseguenze materiali dopo lo stop ai processi a Bari fino al 30 settembre prossimo, predisposto dal Consiglio dei Ministro giovedì sera. Si prevede che le cancellerie dovranno predisporre circa 5mila notifiche a settimana per comunicare agli interessati le nuove date di udienza. Per quanto riguarda i processi con i detenuti, dovrebbero continuare a celebrarsi normalmente ma "la bozza di decreto - spiega Rossella Calia Di Pinto, giudice barese e componente della Giunta distrettuale dell'Anm - parla solo di custodia cautelare". Più pesanti, invece, le conseguenze per i processi nei confronti di chi non è sottoposto a misure di custodia come divieto di avvicinamento, stalker, maltrattamenti e minacce, con il rischio che possano scadere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stop ai processi fino al 30 settembre: "Oltre 1000 notifiche al giorno", rischi per quelli su stalking e maltrattamenti

BariToday è in caricamento