Cronaca

Omicidio Meredith, chiesta condanna a 26 anni per Raffaele Sollecito

La richiesta formulata durante l'udienza di oggi del processo d'appello bis che si svolge a Firenze. Chiesti invece 30 anni di carcere per Amanda Knox

26 anni di carcere per Raffaele Sollecito: è questa la condanna chiesta oggi dal sostituto pg di Firenze Alessandro Crini durante l'udienza del processo d'appello bis per l'omicidio di Meredith Kercher in corso nel capoluogo toscano. Stessa condanna chiesta per Amanda Knox, per la quale a questa pena si devono aggiungere altri 4 anni di reclusione chiesti per la calunnia nei confronti di Patrick Lumumba.

Nel processo di primo grado a Perugia, Amanda venne condannata a 26 anni di reclusione e Raffaele a 25.

Nel corso della requisitoria il pg Crini ha anche ricostruito le diverse fasi dell'omicidio. Nel movente dell'omicidio, l'abuso sessuale "è marginale" rispetto alla violenza "soverchiante" che subì Meredith Kercher. Meredith - ha ricostruito il pg - era stata "bloccata alla gola e alla bocca, immobilizzata come fosse un animale". Dopo che riuscì a urlare, ci fu "una progressione comprensibile dal punto di vista criminologico" che "si sostanzia nella volontà di togliere di mezzo la persona offesa". Tutto iniziò dopo che Rudy Guede, non sobrio, utilizzò il bagno lasciandoci le 'tracce'. "E' facilmente immaginabile che Meredith - ha detto Crini - abbia un atteggiamento reattivo naturale, abbinandovi coloro" Sollecito e Amanda, "che, avendo fatto uso di droghe, possono dare un sostegno a questo comportamento" di Guede. Già in passato, ha ricordato Crini, fra le coinquiline di Amanda c'erano stati contrasti legati alle pulizie di casa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Meredith, chiesta condanna a 26 anni per Raffaele Sollecito

BariToday è in caricamento