menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Prestò denaro con tassi fino al 257%", avvocato barese condannato per usura

Tre anni di reclusione sono stati inflitti dal gup Oliveri del Castillo: il legale avrebbe chiesto interessi esorbitanti per un prestito da 1,2 milioni di euro a un imprenditore cittadino

Tre anni di reclusione e 5mila euro di multa: è la condanna inflitta dal gup del tribunale di Bari, Roberto Oliveri del Castillo, all'avvocato Fabio Casalini, imputato per usura ai danni di un imprenditore. La notizia è emersa nel corso dell'assemblea ordinaria della Fondazione Antiusura San Nicola e Santi Medici di Bari, parte civile nel procedimento. Il legale avrebbe prestato, in un un periodo compreso tra il 2003 e il 2008, 1,2 milioni di euro ad un ristoratore barese, suo cliente, ottenendone la restituzione assieme a 600mila euro, somma con interessi calcolati fino al 257%. L'ammontare della cifra è stato sottoposto a confisca. Casalini è stato inoltre condannato all'interdizione per cinque anni dai pubblici uffici e dalla professione forense e a un risarcimento danni nei confronti delle parti civili, ovvero l'imprenditore e la Fondazione, attraverso una provvisionale immediatamente esecutiva di 20mila euro. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento