rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca

Berlusconi imputato a Bari per il processo escort, al via il processo: dalla difesa no a riprese audio e video

L'ex premier è accusato pagato l'imprenditore Gianpaolo Tarantini affinché mentisse ai pm baresi che indagavano sulle escort che sarebbero state portate, tra il 2008 e il 2009, nelle sue residenze

Nessun consenso a riprese audio-video e foto nel corso delle udienze del processo che vede imputato a Bari Silvio Berlusconi, accusato di induzione a mentire all'autorità giudiziaria. I legali della difesa del leader di Forza Italia, gli avvocati Niccolò Ghedini e Francesco Paolo Sisto, non hanno espresso parere positivo rispetto alle istanze presentate da varie testate, tra cui Radio Radicale.

Il processo è cominciato oggi nell'ex sezione distaccata di Modugno del Tribunale di Bari, dinanzi al giudice monocratico Flora Cistulli che ha, quindi, negato il permesso di scattare foto ed effettuare videoriprese, consentendo, poiché si tratta di un processo pubblico, la presenza dei giornalisti che potranno assistervi. Secondo l'accusa, Berlusconi, non presente oggi in aula, avrebbe pagato l'imprenditore Gianpaolo Tarantini affinché mentisse ai pm baresi i quali indagavano sulle escort che sarebbero state portate tra il 2008 e il 2009 nelle sue residenze. Nel processo è costituita parte civile la presidenza del Consiglio dei Ministri.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Berlusconi imputato a Bari per il processo escort, al via il processo: dalla difesa no a riprese audio e video

BariToday è in caricamento