menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tarantini ai servizi sociali: sconterà la pena facendo volontariato

La decisione dei giudici del Tribunale di Sorveglianza di Bari per l'imprenditore condannato a due anni per bancarotta fraudolenta e diventato 'noto' per le feste con escort nelle residenze di Belusconi

Sconterà la pena facendo volontariato con disabili e persone bisognose. I giudici del Tribunale di Sorveglianza di Bari hanno detto sì all'istanza di affidamento ai servizi sociali per l'imprenditore barese Gianpaolo Tarantini. 

Tarantini è stato condannato in via definitiva a 2 anni, 11 mesi e 27 giorni di reclusione per la bancarotta fraudolenta della società di famiglia Tecno Hospital. Il suo nome, nelle cronache degli anni passati, è stato associato soprattutto alle feste con escort nelle residenze dell'ex premier Silvio Berlusconi e al relativo processo barese.

Secondo quanto previsto dal provvedimento, Tarantini potrà espiare la condanna facendo volontariato tre giorni a settimana a Roma, dove vive. La misura alternativa alla detenzione è stata concessa all'imprenditore riconoscendo la sua "mutata personalità" e il cambiamento nello stile di vita rispetto al periodo in cui furono commessi i reati. Per la durata della pena Tarantini dovrà comunque osservare una serie di altre prescrizioni, come l'impegno a lavorare, il restare in casa dalle 20 alle 8 e il non allontanarsi dalla città.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento