Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Processo escort-Tarantini, il gup: "Le donne parti offese"

In tutto 26 le donne cui sarà notificato l'avviso di fissazione dell'udienza preliminare: in quell'occasione potranno costituirsi parte civile

L'imprenditore Gian

Sono 26 in tutto le donne che potranno costituirsi parte civile nel processo che vede imputato l'imprenditore barese Gianpaolo Tarantini e altre sette persone per la vicenda relativa alle escort portate da Tarantini nelle residenze private dell'ex premier Silvio Berlusconi.

A deciderlo è stato oggi il gup Ambrogio Marrone che ha firmato il decreto di citazione, disponendo la notifica l'avviso di fissazione dell'udienza preliminare che si terrà l'8 febbraio, data in cui le donne citate potranno cos

Il giudice, sciogliendo la riserva formulata nell'udienza del 13 dicembre scorso, ha ritenuto che tutte e 26 le donne sono da considerare persone offese (e non semplici 'danneggiate' ) dai reati contestati agli imputati: favoreggiamento, induzione e sfruttamento della prostituzione. Reati - spiega il giudice nel provvedimento di citazione - che sono lesivi "non solo della moralità pubblica e del buoncostume ma, anche e soprattutto, della libertà e dignità umana e della libertà di determinazione nella sfera sessuale".

Tre le 26 persone offese figurano anche l'attrice Manuela Arcuri e la show girl Sara Tommasi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processo escort-Tarantini, il gup: "Le donne parti offese"

BariToday è in caricamento