Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Sentenze tribunatrie pilotate, sei condanne nel processo 'Gibbanza'

Altri quattro imputati sono stati assolti nel processo con rito abbreviato. Oggi anche l'udienza preliminare nei confronti degli altri 30 imputati: 24 sono stati rinviati a giudizio

Si è concluso con sei condanne e quattro assoluzioni il processo con rito abbreviato della cosiddetta inchiesta 'Gibbanza' sulle presunte sentenze tributarie pilotate.

Il gup del Tribunale di Bari Alessandra Piliego ha disposto una condanna a otto mesi di reclusione (pena sospesa) per il giudice Aldo D'Innella, accusato di falso (assolto invece da sette episodi di abuso d'ufficio, la richiesta dell'accusa era stata di 5 anni di reclusione); condanna a due anni e quattro mesi per riciclaggio nei confronti di Sesto Quintavalle, fratello del giudice Oronzo Quintavalle (rinviato a giudizio nell'ambito dello stesso procedimento); condanna a due anni (pena sospesa) per l'allora presidente dell'Associazione Nazione Tributaristi Italiani-sezione di Bari, Cosimo Cafagna.

Sono stati invece assolti l'ex presidente dell'Ordine dei commercialisti di Bari Giorgio Treglia e Elvira Bellomo, segretaria della Seconda Sezione della Commissione Tributaria Regionale pugliese di cui D'Innella era presidente.

Sempre oggi si è conclusa l'udienza preliminare nei confronti degli altri 30 imputati: 24 sono stati rinviati a giudizio, altri sei prosciolti. I reati contestati a vario titolo sono corruzione in atti giudiziari (riqualificato dal giudice in corruzione semplice), falso, rivelazione segreto d'ufficio, infedele dichiarazione dei redditi, riciclaggio, favoreggiamento personale, abuso d'ufficio, truffa, millantato credito e sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte.

Il 3 novembre prossimo l'inizio del processo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sentenze tribunatrie pilotate, sei condanne nel processo 'Gibbanza'

BariToday è in caricamento