Cronaca

Crac Popolare di Bari, al via il processo contro gli Jacobini: azionisti si costituiscono parte civile

Il processo sarà celebrato il 16 luglio prossimo su istanza della difesa. I due vertici dell'ente bancario sono accusati, a vario titolo, di falso in bilancio, falso in prospetto e ostacolo alla vigilanza

È partito oggi, 4 giugno, il processo immediato dinanzi al Tribunale di Bari a carico degli imputati Marco e Gianluca Jacobini, relativamente al Crac della Banca Popolare di Bari. Circa una ventina di azionisti si sono costituiti parte civile nei confronti dell'ex presidente ed ex condirettore dell'ente bancario, accusati a vario titolo di falso in bilancio, falso in prospetto e ostacolo alla vigilanza. Al centro del procedimento c'è la presunta malagestione dell’istituto di credito barese, commissariato da Bankitalia il 13 dicembre dello scorso anno.

E alla prossima udienza, in programma il 16 luglio, la parte civile potrebbe essere ulteriormente ampliata: il Siti-Sindacato Italiano per la tutela dell’Investimento e del risparmio, ha spiegato in una nota che "solo ed esclusivamente fino alla data della prossima udienza, sarà ancora possibile la costituzione di altri azionisti", esortandoli ad attivarsi con urgenza secondo le modalità presenti sul sito del sindacato. Il processo, rinviato al 16 luglio su richiesta della difesa, ha visto anche la richiesta dell'ente bancario di costituirsi parte civile, mentre una parte degli azionisti ne ha chiesto la citazione come responsabile civile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crac Popolare di Bari, al via il processo contro gli Jacobini: azionisti si costituiscono parte civile

BariToday è in caricamento