menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il processo per la strage dei treni Andria-Corato prosegue in oratorio: acquisiti verbali di 5 sopravvissuti

Tra gli imputati la società di trasporti Ferrotramviaria e 17 persone fisiche tra dipendenti e dirigenti dell'azienda pugliese di trasporti e del ministero delle Infrastrutture. Prossima udienza il 1° luglio

Si è conclusa nella tarda mattinata di oggi l'udienza del processo sul disastro ferroviario del 12 luglio 2016 sulla linea Ferrotramviaria  tra Andria e Corato che provocò la morte di 23 persone e il ferimento di altre 51. L'udienza a porte chiuse, riferisce la Dire, si è svolta nell'oratorio della chiesa Sant'Annibale di Francia di Andria per consentire il rispetto delle norme anti covid. Hanno avuto accesso giudici, magistrati e qualcuno degli imputati.

Negli spazi esterni sono stati sistemati i componenti delle parti civili, i parenti delle vittime e i giornalisti che hanno potuto così seguire l'udienza attraverso dei maxi schermi. Tra gli imputati la società di trasporti Ferrotramviaria e 17 persone fisiche tra dipendenti e dirigenti dell'azienda pugliese di trasporti e del ministero delle Infrastrutture. Le accuse a vario titolo sono disastro ferroviario, omicidio colposo, lesioni gravi colpose, omissione dolosa di cautele e violazione delle norme sulla sicurezza sul lavoro. Nel corso dell'udienza sono stati acquisiti i verbali di cinque passeggeri sopravvissuti allo scontro ed è stato completato il contro esame di un agente di polizia che ha indagato sulla strage. La prossima udienza si terrà il prossimo primo luglio sempre nell'oratorio ad Andria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Vendita e Affitto

Attico di lusso nel cuore di Bari: un sogno a due passi dal mare dove il fascino dell'antico si sposa all'eleganza del moderno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento