Processo d'appello usura ai danni di un imprenditore, assolto avvocato barese Fabio Casalini

Il legale è stato prosciolto dalle accuse "perchè il fatto non sussiste". In primo grado era stato condannato a 2 anni e 8 mesi reclusione al termine di un procedimento con rito abbreviato

La Corte di Appello di Bari ha assolto "perché il fatto non sussiste" l’avvocato barese Fabio Casalini, imputato per usura ai danni di un imprenditore. L'uomo era stato condannato in primo grado, nel marzo 2017, a 2 anni e 8 mesi reclusione al termine di un processo con rito abbreviato. In base alle accuse, Casalini, coinvolto in passato in un altro procedimento per truffa alle assicurazioni (poi riabilitato) e attualmente indagato in una inchiesta su presunte frodi fiscali, avrebbe prestato, dal 2003 al 2011, circa 1,2 milioni di euro a un ristoratore barese, facendosi consegnare 18 milioni, 600mila dei quali in interessi con tassi calcolati fino al 237%. Nell’aprile del 2014 Casalini fu destinatario di un sequestro preventivo per equivalente di 600mila euro, oggi revocato.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investito mentre attraversa la Tangenziale: un morto. Traffico bloccato sulla Statale 16

  • Pitbull senza guinzaglio semina il panico in pizzeria: si avventa contro cagnolino e lo uccide

  • Un nuovo McDonald's a Bari: al via le selezioni online per il personale, 80 posti disponibili

  • Sparatoria tra la folla nel centro storico di Bitritto: feriti un passante e un pregiudicato

  • Incidente in Tangenziale all'altezza di Santa Fara: traffico in tilt e code per chilometri

  • Intossicazione da castagne: attenti, non mangiate quelle 'matte'! Consigli su come riconoscerle

Torna su
BariToday è in caricamento