Lunedì, 20 Settembre 2021

Capitale italiana della Cultura, Decaro: "Non abbiamo vinto ma il nostro percorso non si ferma. Lavoreremo insieme a Taranto"

Il commento del sindaco dopo la proclamazione del Mibact, che ha assegnato il titolo a Procida: "Lavoreremo per far sì che le grandi sfide con le quali ci siamo candidati diventino realtà"

Il titolo di Capitale italiana della Cultura 2022 è andato a Procida, ma il percorso della città di Bari non si ferma. Ad assicurarlo è il sindaco Antonio Decaro, che, dopo la proclamazione della città vincitrice da parte del Mibact, in un post fa "gli auguri alla splendida isola per questa nuova sfida".

"Noi non abbiamo vinto, è vero - scrive Decaro - ma questo non vuol dire che da oggi il lavoro svolto, il percorso attivato e i progetti che vogliamo realizzare, si fermano. Anzi.  Bari lavora da più di 20 anni per essere una capitale della cultura, e grazie a tutte le energie che la attraversano ogni giorno, grazie a un lavoro costante e condiviso, piano piano ci stiamo riuscendo". "I grandi spazi e i luoghi della cultura - prosegue - si apriranno, gli eventi torneranno ad animare la città e lavoreremo per far sí che le grandi sfide con le quali ci siamo candidati diventino realtà, insieme alla Città Metropolitana e i suoi 41 comuni. Il nostro cammino continua oggi con più consapevolezza. Lavoreremo insieme a Taranto - aggiunge ancora il sindaco - perché questa sfida ci ha avvicinati ancora di più e insieme possiamo raccontare a tutta Italia la storia di un sud testardo e intraprendente che sa programmare il proprio futuro".

"Per noi - ha detto Decaro riferendosi all'assegnazione del titolo - anche la vittoria sarebbe stata comunque una tappa. Noi comunque, Bari e Taranto, con la collaborazione della Regione con la quale abbiamo firmato un protocollo di intesa, realizzeremo la maggior parte delle iniziative previste se una delle due città fosse diventata Capitale", ha ribadito Decaro parlando con i giornalisti a margine della conferenza stampa per l'avvio del cantiere della sede del Cnr nell'ex Manifattura. 

“Sono contenta per Procida che ha lavorato a un progetto molto suggestivo, racchiuso nel bellissimo claim “la cultura non isola - commenta in  una nota l’assessora alle Culture e Turismo Ines Pierucci -. Per quanto ci riguarda, accanto alla inevitabile delusione, c’è la consapevolezza di un lavoro straordinario condiviso con tutta la città che non si ferma ma che vogliamo portare avanti in ogni caso. Ringrazio di cuore tutte le persone che hanno condiviso il percorso di questa candidatura: il comitato scientifico, Vitandrea Marzano e lo staff del sindaco, gli uffici della ripartizione Cultura e poi ancora i colleghi della giunta comunale, il consiglio comunale, la commissione consiliare Cultura e il sindaco Decaro, che ci ha dimostrato ancora una volta piena fiducia, credendo fino in fondo a questa sfida. La cultura resta la migliore risposta alla paura e all’incertezza, la spinta più forte per lasciarci alle spalle questo tempo e guardare con fiducia al futuro”.

Si parla di

Video popolari

Capitale italiana della Cultura, Decaro: "Non abbiamo vinto ma il nostro percorso non si ferma. Lavoreremo insieme a Taranto"

BariToday è in caricamento