Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca

Scommesse, l'allarme del Procuratore di Bari: "Dietro il gioco d'azzardo c'è il riciclaggio"

Roberto Rossi è intervenuto durante una giornata di studi, svolta nel capoluogo pugliese e dedicata all'argomento

"Una gran parte di questo denaro è riciclaggio, bisogna parlarne e non ci si può nascondere dietro la legalizzazione". Sono queste le parole, riportate dall'Ansa, del procuratore di Bari Roberto Rossi sul fenomeno del gioco d'azzardo.

Rossi ha parlato dell'argomento questa mattina nel capoluogo pugliese, durante la giornata di studi intitolata 'Intreccio fatale: gioco d'azzardo, dell'usura e del sovraindebitamento', organizzata dall'Ordine degli Avvocati di Bari e dalla Commissione Crisi d'impresa e procedure esecutive nell'aula magna della Corte d'Appello locale.

Il tema del gioco d'azzardo, secondo il procuratore barese, "si incrocia con l'ipocrisia dello Stato, perché il gioco è legale e quello illegale è sostanzialmente scomparso". Nel settore, ha aggiunto Rossi, c'è "un incredibile quantitativo di soldi che entra, non compatibile con il gioco semplice o con la ludopatia".

Sul business delle scommesse, ha sottolineato il procuratore di Bari, servirebbe "un controllo più rilevante" con una "certificazione antimafia per chi intende subappaltare" i centri scommesse. "Moltissime sedi - ha sostenuto Rossi - sono di uomini legati alla criminalità organizzata, ci sono sentenze passate in giudicato a riguardo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scommesse, l'allarme del Procuratore di Bari: "Dietro il gioco d'azzardo c'è il riciclaggio"
BariToday è in caricamento