rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca Carrassi / Largo Due Giugno

Giovane profugo trova una borsa e la riconsegna. Loizzo: "Un piccolo gesto, esempio di senso civico"

L'episodio segnalato dal presidente del Consiglio regionale: il giovane afghano, dopo aver trovato la borsa, l'ha consegnata presso lo 'Sportello Cittadinanza Attiva', permettendone così la restituzione alla proprietaria

Trova una borsa, e la riconsegna, permettendone così la restituzione alla proprietaria. Un piccolo gesto, quello compiuto da un giovane profugo afghano, che allo stesso tempo un esempio di 'ordinario' senso civico da esaltare. Questo l'intento con cui l'episodio è stato reso noto dal presidente del Consiglio regionale, Mario Loizzo. Il giovane, infatti, ha portato la borsa ritrovata in largo Due Giugno presso lo sportello di Cittadinanza Attiva, che opera presso la Biblioteca multimediale del Consiglio regionale. Il ragazzo, che si appresta a frequentare i corsi di cultura e lingua italiana per migranti promossi dalla Biblioteca consiliare a cura di Angeli della Vita, Associazione di volontariato di Giovinazzo, ha considerato lo "Sportello" del Consiglio regionale un punto di riferimento per restituire gli oggetti smarriti.

"Ritengo di doverlo segnalare - spiega in una nota Loizzo - perché in tempi in cui gli extracomunitari sono visti come un peso, un problema, un pericolo sociale, questo ragazzo ci offre un esempio di correttezza e di senso civico esemplare, che contraddice tanti argomenti beceri che sfiorano la xenofobia, una malattia grave per qualsiasi comunità civile".

La proprietaria della borsa, una signora di Ruvo, è stata rintracciata attraverso i Carabinieri e la Polizia Municipale di Giovinazzo e potrà così tornare in possesso dei propri soldi e documenti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovane profugo trova una borsa e la riconsegna. Loizzo: "Un piccolo gesto, esempio di senso civico"

BariToday è in caricamento