Cronaca

Aree verdi affidate alla cura dei cittadini, pronto il progetto del Comune

Presentato in mattinata il progetto "Verde in comune" per l'affidamento di parchi e giardini pubblici ad associazioni e semplici cittadini. Il sindaco: "Gli spazi pubblici sono di tutti. Partecipare alla loro cura potrà contribuire a cambiare la nostra mentalità"

Se il verde pubblico è un patrimonio collettivo, allora fare appello alla partecipazione di tutti i cittadini per la sua cura e manutenzione può essere un modo concreto di manifestare e accrescere il senso civico di un'intera città. Nasce da questa riflessione il progetto “Verde in Comune”, attraverso il quale si potranno affidare piazze, giardini e parchi a soggetti privati o pubblici in grado di occuparsi della manutenzione, della valorizzazione e della gestione degli stessi.

“Le aree verdi non devono perdere nemmeno in parte il proprio uso pubblico, anzi.- ha spiegato il sindaco Emiliano -  Questa iniziativa è volta a migliorarne la qualità e la fruibilità, attraverso il coinvolgimento di cittadini, associazioni, aziende che in cambio avranno un ritorno d’immagine positivo. Partiamo oggi con i giardini e i parchi, ma intendiamo estendere questa modalità anche agli elementi di arredo urbano. In questo modo sarà più semplice far capire che gli spazi pubblici non sono terra di nessuno, ma un patrimonio di tutti”.

“Abbiamo cercato di dare un’anima a tutta l’operazione: valorizzare e diffondere la cultura del verde - ha dichiarato l’assessore al Patrimonio e Verde pubblico Gennaro Palmiotti, intervenuto assieme alla responsabile del settore Giardini Erminia Traversa e al biologo della ripartizione Igiene e Ambiente Giovanni Ventrella -. Questo progetto, peraltro, consente di superare lo scoraggiamento di tanti cittadini interessati che in passato però hanno incontrato una serie di ostacoli burocratici. Attraverso la nuova procedura tutto sarà più semplice, anche realizzare dei veri e propri orti sociali magari presi in carico da associazioni, cooperative o da semplici cittadini”.   

   
COME AVVIENE L’AFFIDAMENTO

L’affidamento potrà avvenire attraverso modalità ordinarie, sponsorizzazioni oppure tramite concessione in uso: sarà possibile stipulare contratti e accordi di collaborazione con operatori che abbiano interessi culturali, turistici, ambientali ed economici.

Le aree a verde che dovranno essere riqualificate e valorizzate sono: di tipo A (verde urbano) o di tipo B (verde di quartiere), cedute come standard urbanistici nell’ambito di piani urbanistici attuativi, aree dismesse, aiuole, giardini, parchi urbani, aree attrezzate per attività sportive/ricreative, aree attrezzate per attività ludico/ricreative (anche per animali domestici), aree interne alle rotatorie stradali, punti verdi urbani e spartitraffico.

 
CHI PUÒ ADERIRE

Persone fisiche e giuridiche, semplici cittadini, condomini, associazioni, ditte, società, istituti bancari, aziende florovivaistiche, società di comunicazione e marketing pubblicitario potranno acquisire i dati tecnici-illustrativi necessari a valutare l’impegno attraverso la consultazione delle schede informative disponibili presso le Circoscrizioni e l’URP e tramite le notizie pubblicate sul sito istituzionale del Comune di Bari.

Le aziende che aderiranno all’iniziativa potranno sponsorizzare l’allestimento e la manutenzione delle aree verdi pubbliche, usufruendo della possibilità di promuovere il proprio marchio anche attraverso l’esposizione di messaggi pubblicitari. L’affidamento dell’area, quindi, può prevedere anche l’installazione di elementi di arredo urbano per finalità pubblicitarie (orologi, cestini, fioriere, targhe viarie). La progettazione, l’installazione, la gestione e la manutenzione dei beni non comporteranno alcun costo per l’Amministrazione.

Le richieste di affidamento verranno affidate ad una commissione tecnica comunale, mentre alle Circoscrizioni spetterà la competenza ad istruire le pratiche finalizzate all’affidamento dei suddetti spazi.

 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aree verdi affidate alla cura dei cittadini, pronto il progetto del Comune

BariToday è in caricamento