menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Alcuni testi antichi

Alcuni testi antichi

Dai testi antichi agli e-book, al via il progetto della Lb

Recuperare testi antichi dimenticati nelle biblioteche per riproporli sul mercato editoriale: questa l'idea lanciata dal giornalista Bramato insieme ad un team di giovani studiosi

Digitalizzare e mettere sul mercato testi antichi custoditi nelle biblioteche. E’ questo l’obiettivo della Lb edizioni, che giovedì prossimo presenterà la sua proposta editoriale nell’ambito di una conferenza stampa convocata alle 10.30 presso l’auditorium della Biblioteca Nazionale di Bari (via Pietro Oreste). L’idea imprenditoriale è nata da Luigi Bramato, giornalista pubblicista, insieme ad un team di giovani animati dalla voglia di recuperare una parte delle migliaia di testi che vivono all’interno delle biblioteche pugliesi e che meritano di essere valorizzati e riscoperti.

I testi assumeranno la forma di veri e propri e-book, ossia di libri elettronici in formato digitale che potranno essere scaricati su diversi dispositivi come computer, tablet, e-reader e smartphone. Sarà l’occasione per togliere la polvere da volumi che ci narrano quello siamo stati nella storia, nelle arti e nelle letteratura e che potranno così essere ritualizzati anche per decodificare con occhi diversi la nostra attualità.  

“Entrando nella Biblioteca Nazionale ci siamo resi conto del patrimonio inestimabile in esso presente e da qui è sorta l’idea di trasformare testi dimenticati dalla storia, e spesso dagli stessi studiosi, in un formato digitale capace di catturare l’attenzione di una platea di persone che immaginiamo essere molto vasta”, spiega Bramato. “Oggi come oggi  - continua - le biblioteche sono poco frequentate, si ha l’impressione che siano luoghi oramai desueti e senza senso, ma noi abbiamo trovato romanzi, lettere e scritti che ci hanno affascinato per originalità e valore. E’ un discorso che vorremmo estendere ad altri poli culturali anche grazie alla collaborazione di quanti ci stanno indicando volumi che meritano di essere recuperati in una visione nuova”.

Il primo degli e-book pubblicati dalla LB si chiama  “Viaggio alla Luna” di Ernesto Capocci. Si tratta di una breve narrazione intitolata ‘Relazione del primo viaggio alla Luna fatto da una donna l’anno di grazia 2057’ pubblicata a Napoli nel 1857 poi richiesto dalla Biblioteca Nazionale di Bari e dall’Osservatorio di Capodimonte. Un testo perduto dal catalogo Treccani e oggi messo a disposizione di tutti.

Alla conferenza di presentazione di giovedì prossimo prenderanno parte Eugenia Vantaggiato, segretario regionale del MiBACT per la Puglia, Vito Angelo Caputo, direttore reggente della Biblioteca Nazionale di Bari, Corrado Petrocelli, Rettore della Università Statale di San Marino,  Mario Spagnoletti, docente di Storia Contemporanea presso l'UNIBA e Francesco Quarto, bibliotecario presso la Biblioteca Nazionale di Bari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lolita Lobosco, Bari in tv è bellissima ma sui social piovono critiche:"Quell'accento una forzatura, noi non parliamo così"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento