Venerdì, 23 Luglio 2021
Cronaca

L'Università punta sull'internazionalizzazione: "Fino a 12 mesi all'estero per la tesi con il Global thesis"

Approvato in Senato accademico la misura con lo stanziamento di 300mila euro di borsa di studio. Dopo Flixbus arriva anche la convenzione con Marozzi, con sconti per gli studenti sull'acquisto dei biglietti dei bus

La notizia era stata anticipata con l'approvazione del bilancio d'Ateneo, ora c'è la conferma ufficiale. Riparte per un nuovo anno il progetto 'Global thesis', che rispecchia la nuova vocazione internazionale dell'università di Bari. Oggi c'è stata l'approvazione del nuovo bando in Senato Accademico, mentre domani si avrà l'ok definitivo in Consiglio d'amministrazione.

Il progetto

Grazie alle borse di studio, per cui è stato finanziato un importo totale di 300mila euro, gli studenti iscritti ai corsi di laurea magistrale e a ciclo unico potranno risiedere per un periodo all'estero per completare la tesi di laurea. In totale sono coperte 400 mensilità (700 euro lordi a mensilità), per un periodo di soggiorno che va da un minimo di due mesi a un anno in una delle nazioni dell'Unione Europea. Per il bando non è previsto un numero limitato di posti, ma la graduatoria andrà a completarsi una volta finiti i fondi di bilancio  per il progetto.

"Si tratta di una grande opportunità per approfondire i temi della propria tesi di laurea - spiegano dall'associazione 'Up- Università protagonista' - confrontarsi con un’altra cultura, imparare una lingua straniera e immergersi nella vita quotidiana di un Paese straniero".

Convenzione con Marozzi

Buone notizie anche sul fronte mobilità. Dopo la convenzione con il vettore Flixbus, si aggiunge anche la Marozzi alla lista della scontistica a disposizione degli studenti universitari baresi. Grazie all'accordo formalizzato in Senato, infatti, gli iscritti potranno usufruire di uno sconto di quattro euro sul prezzo del biglietto per raggiungere l'Ateneo dalle altre città della Puglia. Ora mancano all'appello, come ricordano i rappresentanti degli studenti, le tratte regionali, non ancora coperte da una convenzione. "Un passo alla volta stiamo riuscendo ad ampliare la rete di trasporti convenzionati - spiegano dall'associazione - ma continuiamo ad insistere sulla tematica poiché interessa un’altissima percentuale di studenti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Università punta sull'internazionalizzazione: "Fino a 12 mesi all'estero per la tesi con il Global thesis"

BariToday è in caricamento