menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La sede dell'Arpa a Bari (Google maps)

La sede dell'Arpa a Bari (Google maps)

Arpa e Comune di Modugno bocciano il progetto dell'inceneritore: "Qualità dell'aria a rischio"

La struttura dovrebbe sorgere alle porte della città, nella zona industriale di Bari. L'assessore all'Ambinete di Modugno, Luciano: "Andiamo avanti con la differenziata"

Arriva un secco "no" dell'Arpa Puglia al progetto, presentato un anno fa dalla società Newo, del nuovo inceneritore di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi di natura urbana nella zona industriale di Bari. L'agenzia regionale ha infatti presentato parere negativo al Via (Valutazione dell'impatto ambientale) della costruzione, visto che potrebbe mettere a rischio la qualità dell'aria nella zona. 

"Emergono criticità sulle tecnologie di ossicombustione in pressione 'flameless' e sull'impatto odorigeno delle emissioni", spiegano in una nota, commentando i dati presentati dalla società. Per l'Arpa le zone industriali di Bari e Modugno hanno già alti livelli di emissioni e quindi "bisognerebbe evitare l'aggiunta di ulteriori impatti emissivi".

Parere negativo sul progetto anche dal Comune di Modugno, preoccupato per i possibili danni all'ambiente che creerebbe l'inceneritore. "La comunità di Modugno, insieme, con quelle di altre sei città, ha da alcuni mesi un sistema di raccolta differenziata che oggi avvia a recupero circa il 73% di materia - spiega l'assessore comunale all'Ambiente Tina Luciano -. Ogni processo che interferisca con i sistemi di raccolta posti alla base dei nuovi contratti di Ambito di raccolta ottimale rappresenta un danno potenziale ingente per le comunità che hanno investito per migliorare la raccolta differenziata".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento