Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca Murat / Corso Camillo Benso Cavour

Parcheggio corso Cavour, quando una decisione definitiva?

In campagna elettorale Emiliano promise che non sarebbe stato mai costruito. Poi l'idea del referendum. Ma ad oggi quel contratto non è messo in discussione

Nessuno ne parla. Si fa finta che non esista. Eppure il problema è tutt’altro che risolto. Sul parcheggio sotterraneo in corso Cavour è caduto un velo, quasi che una decisione sia stata già assunta. E invece no. Il contratto che la Dec di Degennaro ha sottoscritto nel 2003 con il Comune è ancora valido. Esso prevedeva la costruzione di tre parking interrati, rispettivamente in piazza Giulio Cesare, corso Cavour e piazza Cesare Battisti. Il primo e il terzo si sono realizzati, ma non senza problemi, tanto che in campagna elettorale Michele Emiliano promise ai baresi che non era sua intenzione fare iniziare l’opera su corso Cavour. Residenti, commercianti e alcune associazioni ambientaliste si sono dette contrarie da subito alla trivellazione di corso Cavour per vari motivi, tra cui le cattive esperienze di cantierizzazione attivate per le prime due opere. Il caso più eclatante in piazza Cesare Battisti, dove il cantiere rimase bloccato per mesi a seguito dello scoppio di una falda acquifera. Venne realizzata una condotta su via Cairoli per canalizzare l’acqua e portarla verso il porto, ma la magistratura decise di sequestrarla poiché mancavano le necessarie autorizzazioni. La voragine che separava l’ateneo dalla facoltà di giurisprudenza rimase aperta per circa cinque anni con buona pace sia dei commercianti, che videro crollare i loro guadagni, sia dei residenti, costretti a fare i conti con un peggioramento delle condizioni di sicurezza della zona oltre che con la proliferazione d’insetti durante l’estate.

Ora sul progetto di costruzione di un parcheggio di 1200 posti su corso Cavour (costo dell’operazione: 21 milioni di euro in project financing) pende un punto interrogativo. Il contratto c’è, ma il Comune attende che l’impresa edile faccia la prima mossa. Almeno così annunciò Emiliano in una conferenza stampa di circa un anno fa, dove gli fu chiesto quando intedendesse aprire la consultazione popolare con i residenti di Murat e Madonnella sul futuro dell'opera.  Si aspetta, in sostanza, che la Dec faccia richiesta per l’apertura del cantiere e poi si vedrà. L’impresa dei Degennaro l’anno scorso fu al centro dell’inchiesta condotta dalla Procura di Bari circa le presunte irregolarità riscontrate nell’ambito di alcuni appalti comunali, tra cui quelli relativi ai parcheggi interrati in piazza Giulio Cesare e piazza Cesare Battisti. Dopo quattro mesi di domiciliari, nel luglio scorso sono stati rimessi in libertà i fratelli Daniele e Gerardo Degennaro, entrambi proprietari della Dec. L’inchiesta prosegue e toccherà ai giudici verificare le effettive responsabilità dei circa 51 indagati. Ma sul parcheggio di corso Cavour non si hanno notizie. Il timore, per chi non ne vuole sapere di avviare un cantiere di 4 anni nel cuore di Bari, è che si stia facendo melina e che la palla passerà di mano in mano. Laddove il Comune decidesse di rescindere il contratto dovrà pagare una penale o trovare un accordo con l’impresa edile (spostare il parcheggio in un’altra area?). A fine mese ne potremo sapere di più. Ma su un'opera così importante non sarà certo il silenzio a far superare l’empasse.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parcheggio corso Cavour, quando una decisione definitiva?

BariToday è in caricamento