menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si sblocca il cantiere di piazza Umberto, i residenti: "Via le giostre, andrebbe trasformato in un giardino didattico"

Risolto il contenzioso con l'architetto Salimei, dal Comitato di piazza Umberto arrivano alcuni suggerimenti su come trasformare l'area nel Murattiano: "Riproponiamo la struttura che aveva negli anni '40"

Dopo aver risolto il contenzioso con l'architetto Salimei, il progetto di riqualificazione di piazza Umberto, a Bari, è finalmente pronto ad andare avanti. Dall'amministrazione comunale arrivano i primi dettagli su come si trasformerà l'area a ridosso del murattiano - pavimentazione in pietra e panchine di ghisa e legno tra le novità introdotte - ma, nell'attesa di vedere gli operai al lavoro, dai residenti arriva l'appello a un ritocco più 'corposo'.

"Una piazza come negli anni '40"

A farsi portavoce delle idee progettuali dei residenti è Lorenzo Scarcelli, presidente del Comitato di piazza Umberto, che chiede di guardare al passato nell'operazione di restyling. Per la precisione agli anni '40-'50, quando l'area a ridosso della stazione era molto diversa da come la vediamo ora: "Non c'erano le giostrine per i bambini - ricorda - che infatti andrebbero spostate nelle vie ai lati di piazza Umberto. Dove dovrebbero trovare posto anche un'area sgambamento cani, che oggi è assente".

Se le aree destinate ai più piccoli e agli animali si trasferissero al di fuori di piazza Umberto, allora come si trasformerebbe lo spiazzo? I residenti vorrebbero dargli un'accezione più europea, facendolo diventare una 'zona botanica', con un percorso didattico di valorizzazione delle specie floreali presenti.

Il percorso didattico

Un'idea che già era stata anticipata durante il flash mob ambientalista di inizio giugno. In quell'occasione erano stati gli organizzatori a realizzare un giardino didattico, appendendo cartelli descrittivi con dettagli sulle tipologie di alberi presenti in zona. Oltre 400 sono le specie registrate in piazza Umberto dagli esperti dell'Università degli studi di Bari 'Aldo Moro', che nelle mire dei residenti dovrebbero essere valorizzate attraverso un progetto didattico riconosciuto, sul modello dei giardini storici presenti in altre capitali europee.

Non viene apprezzata particolarmente neanche l'idea di una pavimentazione in pietra: "Sarebbe più adeguato - aggiunge Scarcelli - una tipologia di pavimentazione più vicina al modello di giardino didattico, ad esempio con l'ausilio di terriccio o di un ciottolato. Tutti dettagli che vorrebbero discutere anche con l'amministrazione comunale così da arrivare a un progetto di restyling condiviso. Una disponibilità che già dall'assessore Galasso era stata indicata durante gli ultimi sopralluoghi in zone e potrebbe di fatto rivoluzionare, con un intervento che unisce tradizione e modernità, una delle aree più frequentate del Murattiano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento