Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Prostituzione: sgominato gruppo criminale. Nove i fermi

I carabinieri del comando provinciale di Bari hanno individuato una banda dedita allo sfruttamento della prostituzione fra Bari, Andria, Trani e Barletta. Per nove persone sono scattate le ordinanze di custodia cautelare

I carabinieri del comando provinciale di Bari, con l'ausilio di un elicottero e di alcune unità cinofile, hanno scoperto  un giro di persone dedito allo sfruttamento della prostituzione. Il gruppo reclutava giovani donne dell'Est, alcune delle quali minorenni, costrette a vendersi in strada o in alberghi di periferia, dopo contatti on line con i clienti, e a dare tutti i loro guadagni agli sfruttatori. Le forze dell'ordine, impegnate con circa un centinaio di unità, hanno eseguito nove ordinanze di custodia cautelare. I capi dell'organizzazione erano due andriesi, S.A. e R.D.Z, che gestivano l'attività illecita assieme alle loro due conviventi, entrambe rumene, M.I.N. e R.G.G. I provvedimenti, emessi dal gip del Tribunale di Bari su richiesta della distrettuale antimafia di Bari, hanno raggiunto anche altri due andriesi (N.S. e G.T.), due barlettani (G.G e A.P) e un altro rumeno (S.D.), residente anch'egli ad Andria.

Le zone interessate dal giro di prostituzione erano, oltre alla BAT, anche Corato, Modugno e Palo del Colle: qui agivano decine di ragazze rumene comprate nella loro terra d'origine per circa 500 euro ciascuna prima di essere portate in Italia, spesso a Milano, e smistate in varie regioni del nostro paese. Una volta entrate, loro malgrado, nel giro per le ragazze era pressochè impossibile uscirci: le giovani donne rumene, infatti, erano controllate passo dopo passo in ogni loro spostamento da una rete capillare messa in piedi dall'organizzazione criminale e, in caso di ribellione, le vittime erano vessate con atti di violenza sessuale e non a cui si aggiungeva uno status di vita in condizione di vera e propria schiavitù.

L'organizzazione criminale aveva messo su un raffinatissimo servizio al passo coi tempi: le donne sfruttate, infatti, venivano fotografate in pose osè e le loro immagini venivano messe on-line su alcuni siti che offrivano prestazioni sessuali a pagamento. Questo faceva sì che il reclutamento delle ragazze da parte dei clienti fosse molto più semplice tanto da creare una sorta di 'fidelizzazione' dell'utente che non aveva più necessità di spostarsi per cercare la prestazione potendola 'ordinare' direttamente dal pc. La banda criminale, inoltre, stando a quanto comunicato dalle forze dell'ordine, era pronta per un'ulteriore evoluzione: pare, infatti, che i vertici dell'organizzazione stessero progettando un vero e proprio 'hotel del sesso' in una struttura con tanto di reception e un vero e proprio catalogo delle ragazze messe a disposizione dei clienti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prostituzione: sgominato gruppo criminale. Nove i fermi

BariToday è in caricamento