Prostituzione attorno allo stadio San Nicola, il centrodestra: "Degrado continuo"

Sopralluogo dei consiglieri comunali Melchiorre, Romito e Carrieri nei dintorni dell'impianto: "Da mesi continuiamo a denunciare una situazione insostenibile"

Sopralluogo, questa mattina, nei dintorni dello Stadio San Nicola, da parte dei consiglieri comunali di centrodestra Filippo Melchiorre (Fratelli d'Italia An), Fabio Romito (Direzione Italia) e Giuseppe Carrieri (Impegno Civile), a pochi giorni dal servizio di una troupe della trasmissione televisiva 'Le Iene' sul degrado presente nell'area: "Abbiamo nuovamente visitato il casolare ancora accessibile a tutti  - affermano i tre esponenti dell'opposizione - e non ancora messo in sicurezza, dove avvererebbero le scene filmate nel servizio e abbiamo incontrato in pieno giorno moltissime prostitute con alcune delle quali ci siamo fermati a chiedere se ci fossero dietro di loro i cosiddetti 'protettori' e se avessero ricevuto dagli stessi minacce. Le ragazze ci hanno fatto intendere di far parte di vere e proprio organizzazioni che le sottraggono il ricavato  della loro attività".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Sono mesi che continuamo  - aggiungono - a denunciare questa situazione di degrado, abbiamo persino presentato al Sindaco una bozza di ordinanza anti prostituzione ma la situazione rimane inalterata. Ci pare assurdo che anche a pochi giorni dal servizio televisivo e dalla marcia anti prostituzione continuino a presidiare il territorio le prostitute di varia età senza alcun controllo hanno aggiunto gli stessi consiglieri. Oltre allo stadio San Nicola anche al lungomare sud di Bari, alla zona adiacente al quartiere Sant' Anna,  a Iapigia sono tante le presenze di  insediamenti abusivi e la presenza di prostitute di tutte le età. Andrebbe aumentato - concludono - il numero degli assistenti sociali e le risorse a disposizione dell'assessorato ai servizi sociali, andrebbe costituita una task force con l'asl, il Comune, la Prefettura, le forze di polizia, gli organi di giustizia minorile, il privato Sociale, le parrocchie e il volontariato".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piccioni su balconi e grondaie: i sistemi per allontanarli da casa

  • Regionali Puglia 2020, chiusi i seggi nella prima giornata di voto: corsa a otto per la presidenza

  • Chiude dopo più di 20 anni il Disney Store di via Sparano a Bari: a rischio 13 lavoratori, proclamato sciopero

  • Positiva al covid rompe la quarantena ed esce a fare la spesa: denunciata una donna nel Barese

  • Operatrice positiva al Covid, chiude asilo nido a Bari

  • A Bari vecchia 38 positivi al Covid e Decaro mette in guardia i residenti: "A breve confronto con i gestori dei locali"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento