rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca Poggiofranco / Via Giulio Petroni

Covid, protestano i detenuti del carcere di Bari dopo l'aumento dei contagi: 126 positivi nella struttura

Nella mattinata i reclusi hanno battuto oggetti vari contro le sbarre, senza volere provocare danni, per i continui spostamenti di cella a cui sono costretti viste le tante positività

Protesta dei detenuti nel carcere di Bari dopo l'aumento dei casi Covid all'interno della struttura in via Petroni. Intorno a mezzogiorno i carcerati della prima sezione hanno iniziato a battere oggetti vari contro le sbarre del carcere, senza l'intenzione di provocare danni, ma per tenere alta l'attenzione per la gestione delle infezioni.

Ad oggi sono infatti 126 i positivi accertati tra i detenuti, ma si è in attesa dell'esito dei tamponi di controllo su 70 di loro, che costringe quasi quotidianamente a trasferimenti tra celle per separare i positivi dai contatti stretti e questi dai negativi. Regole sanitarie comuni a tutte le carceri d'Italia ma che, in presenza di focolai particolarmente estesi come quello di Bari, con 126 positivi su circa 430 detenuti, provocano problemi e insofferenze.

Il penitenziario di Bari, tra l'altro, vive da tempo una situazione strutturale complessa, con alcune zone inagibili che limitano ulteriormente la disponibilità di spazi e difficoltà nella gestione dell'assistenza sanitaria, trattandosi di un centro clinico, perché mancano medici e infermieri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, protestano i detenuti del carcere di Bari dopo l'aumento dei contagi: 126 positivi nella struttura

BariToday è in caricamento