Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

"Se toccano una, toccano tutt*": la foto protesta degli studenti dopo la denuncia per molestie in ospedale

L'associazione Link Bari ha lanciato l'appello a fotografarsi con il messaggio, in solidarietà con la tirocinante di Infermieristica che avrebbe subito violenze all'interno del Miulli di Acquaviva

Gli studenti baresi uniti contro le violenze, al grido di 'Se toccano uno, toccano tutt*, come il messaggio di protesta lanciato in queste ore dall'associazione studentesca Link. Che attraverso i propri canali social chiede agli internauti di fotografarsi a loro volta con il testo ben visibile: una manifestazione per esprimere solidarietà nei confronti di una tirocinante di Infermieristica, che negli scorsi giorni ha denunciato episodi di violenze durante il tirocinio nell'ospedale Miulli di Acquaviva. "La ragazza è stata aggredita in ascensore da un dipendente dell’ospedale" spiegano da Link, assicurando che è stata depositata denuncia riguardo il presunto caso di molestie. 

"Purtroppo non si tratta di un caso isolato e il ridotto numero di denunce e la mancanza di tutele non fanno altro che incrementare la possibilità che episodi del genere si verifichino. Non è passato troppo tempo, infatti, del recente caso di insulti sessisti nei confronti di studenti e studentesse in sede d'esame" . L'obiettivo della protesta è anche quello di raccogliere testimonianze per "poi poter rivendicare misure anti-molestie concrete che tutelino e facciano sentire al sicuro tutt*". Proprio a questo scopo, è stato realizzato un form anonimo per poter denunciare eventuali casi di violenze. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Se toccano una, toccano tutt*": la foto protesta degli studenti dopo la denuncia per molestie in ospedale

BariToday è in caricamento