No all'inceneritore di rifiuti Newo, il Consorzio per l'Area industriale Bari-Modugno si unisce alla protesta

Il Consiglio di amministrazione dell'Asi ha approvato la proposta di Nicola Magrone. Sarà a fianco dei Comuni firmatari dei ricorsi al Tar contro la realizzazione dell'impianto

La zona industriale di Bari

Anche il Consorzio per l'Area Industriale Bari-Modugno si unisce ai Comuni schierati contro la proposta dell'inceneritore della Newo Spa in costruzione nella zona industriale di Bari. L'ok arriva dal Consiglio di amministrazione dell'Asi, che ha accolto la proposta di Nicola Magrone (membro del CdA dalla primavera del 2017 e sindaco di Modugno).

Il sindaco metropolitano Decaro: "Impianto inutile"

Il Consiglio interverrà così a sostegno nei ricorsi presentati al Tar Puglia dal Comune di Modugno, dagli altri sei comuni che compongono l'Aro Ba2 (Binetto, Bitetto, Bitritto, Giovinazzo, Palo del Colle e Sannicandro di Bari), dallo stesso Aro Ba2 quale ente sovraordinato, e dal Comune di Bari. Al centro della querelle, c'è sempre l'autorizzazione ambientale concessa dalla Regione Puglia a inizio 2018 all'azienda foggiana, che di fatto costituisce il via libera per l'impianto di smaltimento dei rifiuti speciali a ridosso di Modugno. Già venerdì scorso, l'assemblea dei soci del Consorzio, chiamata a pronunciarsi sulla cessione definitva del suolo alla Newo, aveva sposato all'unanimità la tesi del Comune di Modugno per evitare la cessione del suolo dell'area industriale, "proprio in considerazione dei ricorsi al Tar - si legge in una nota - dei comuni sopra elencati e del ricorso straordinario al Capo dello Stato presentato dal Comune di Bitonto".

"La decisione di oggi del Consiglio di Amministrazione dell'Asi - conclude la nota - segnala vistosamente il cambiamento radicale e una svolta nella rivendicazione da parte dell'Ente del ruolo anche politico da anni sostanzialmente sottovalutato: quello di garantire equilibrio e rispetto del mondo del lavoro, da tempo ignorato, e la difesa dell'ambiente".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia resta 'zona arancione', la decisione del ministro Speranza: misure confermate

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Asfalto viscido per la pioggia, auto si ribalta e finisce fuori strada: muore 19enne

  • Folle inseguimento a 120 km/h per le strade di Carbonara: arrestato pregiudicato 33enne

  • Calano le occupazioni delle terapie intensive covid in Puglia: migliora anche il trend dei contagi sui tamponi eseguiti

  • Spostamenti ingiustificati fuori Comune, cibi e bevande consumati nei pressi di bar e locali: controlli anticovid e multe nel Barese 

Torna su
BariToday è in caricamento