Cronaca Lungomare Armando Perotti

A Pane e Pomodoro la protesta dei bagnanti: "Vogliamo un mare pulito tutto l'anno"

Una catena umana sulla spiaggia per chiedere interventi che risolvano in maniera definitiva il problema della condotta Matteotti e dello sversamento in mare della fogna

Un momento della protesta - Foto dalla pagina Fb Pane e Pomodoro

Una domenica di sole e mare, ma anche di protesta, sulla spiaggia di Pane e Pomodoro. Al centro della contestazione pacifica, che ha visto decine di bagnanti tenersi per mano sul bagnasciuga per formare una catena umana, ancora una volta la questione irrisolta della condotta Matteotti.

Già nelle scorse settimane, quando le piogge hanno provocato lo sversamento della fogna in mare con conseguente divieto di balneazione, il comitato che riunisce i frequentatori della spiaggia aveva organizzato una manifestazione, chiedendo al Comune di intervenire in maniera celere per risolvere l'annosa questione del prolungamento della condotta Matteotti.

Parallelamente, l'Asd Pane e Pomodoro ha avviato una raccolta firme, che al momento ha già registrato centinaia di adesioni. L'obiettivo è quello di raggiungere le duemila firme, per consegnare la petizione al sindaco Antonio Decaro. Proprio il primo cittadino, all'indomani delle proteste, ha garantito che il Comune cercherà di accelerare la gara relativa alla progettazione dei lavori per il prolungamento della condotta Matteotti, al momento bloccata a causa di una  serie di questioni burocratiche.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Pane e Pomodoro la protesta dei bagnanti: "Vogliamo un mare pulito tutto l'anno"

BariToday è in caricamento